laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

NUOVE TERRE Gener AZIONI di Teatro

Più informazioni su

19 luglio / 24 agosto Levanto – Deiva Marina – Framura – Bonassola.

LA SPEZIA – Con Andrea Zorzi e Beatrice Visibelli, Anna Mazzamauro, Giuliana Musso, il Kolektiv Lapso Cirk (Francia), i Maniaci d’Amore, La Ballata dei Lenna, la danza di Marrapodi/Orlacchio, la Compagnia Gianni Lodi, gli attori di Officine Papage e il pubblico di Nuove Terre.

In luglio e agosto, fra Toscana e Liguria, torna la bella estate di Officine Papage con la direzione artistica di Marco Pasquinucci, che ormai da 6 anni propone con successo un ricco cartellone estivo di eventi culturali e spettacoli, tutti all’insegna della convivialità e dell’incontro, grazie a una fitta rete di gemellaggi e collaborazioni che attraversano buona parte della penisola.

Mentre è in corso a Pomarance la 6a edizione del festival Fra Terra e Cielo, nel cuore dell’area geotermica toscana, mercoledì 19 luglio comincia NUOVE TERRE GenerAZIONI di Teatro la 5a edizione di una rassegna che porta il meglio del teatro contemporaneo, fra novità e repertorio, negli angoli e nelle piazze più spettacolari della riviera ligure. E’ un invito a conoscere, abitare e raccontare un’Italia ‘minore’ last but not least, da non dimenticare, con le sue radici, la sua gastronomia, le sue piazze e i suoi abitanti. Vere protagoniste, infatti, sono la vitalità e la bellezza dei territori toccati dal progetto. Ma anche la cultura dell’accoglienza che li attraversa.

La manifestazione è realizzata con il sostegno dei Comuni di Framura, Deiva Marina e Bonassola, a cui quest’anno si aggiunge per la prima volta anche il Comune di Levanto, della Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando PerformingArts 2017, della Fondazione Carispezia nell’ambito del bando EVENTI CULTURALI 2017.

“Azione e generazione sono la chiave di Nuove Terre 2017” – dichiara Pasquinucci – “che con l’esperienza e il successo delle scorse edizioni vuole continuare con maggior incisività a ‘generare’ un cartellone estivo che sappia essere intrattenimento intelligente e stimolo culturale, mostrare i tanti volti del teatro proponendo vari “generi”, mettere in relazione differenti “generazioni” di artisti e spettatori, creare ”azioni” di coinvolgimento e promozione sui territori. Drammaturgia contemporanea, ricerca e multidisciplinarietà sono il filo rosso anche per questa V edizione della rassegna che accoglie talenti emergenti, ma nello stesso tempo propone al loro fianco protagonisti di grande fama. Così Giuliana Musso (Premio della Critica 2005 e premio Hystrio 2017 alla drammaturgia), lo sportivo Andrea Zorzi (in un’inedita contaminazione fra teatro e sport) e Anna Mazzamauro (Premio Charlot 2013, Premio Queen of Comedy Milano2015) accompagneranno compagnie giovani di grande qualità come Maniaci D’Amore, Ballata dei Lenna, il circo contemporaneo della compagnia KilektivLapsoCirck e per la prima volta la danza contemporanea con il duo Marrapodi/Oralcchio. “

Completano il programma cene a chilometro zero, percorsi in bicicletta, aperitivi in compagnia degli artisti e panorami indimenticabili. Notte con l’Artista: potrete bere qualcosa sotto le stelle, facendo quattro chiacchiere con gli artisti ospiti di Nuove Terre, un’occasione di incontro e confronto, in un’atmosfera di leggerezza e divertimento. A teatro in bici: per andare a vedere gli spettacoli a Levanto, Bonassolo e Framura potete utilizzare il percorso pedonale o quello ciclabile lungo il tracciato della vecchia ferrovia!. A teatro in bici è una piccola convenzione che vi permetterà di prenotare con facilità: Framura Noleggio Bici Pesciocan per la serata 5 euro (affitto entro h 19.00) tel 3347310828 – Bonassola “Pensione Moderna” per la serata 6 euro (tel 0187-813662).

Andrea da Passano

(Sindaco di Framura)

Il Festival Nuove Terre giunge alla sua V edizione e Framura ha nuovamente il piacere di ospitare questa ricchissima rassegna, che aggiunge anche Levanto tra le sue location e conferma di aver trovato casa nelle nostre splendide Baie del Levante. Sarà perché aspiriamo davvero ad essere le “Nuove Terre” o sarà semplicemente perché le Officine Papage portano ogni anno nei nostri borghi la gioia dell’arte, quella che diverte in modo intelligente, che fa riflettere con spensieratezza, che esce dalla torre d’avorio della cultura per sedersi nelle piazze e sorridere insieme alla gente.

 

Piera Gandolfi

Assessore alla Cultura

Con la sua V edizione, il Festival Nuove Terre approda a Bonassola per il secondo anno.  Sta diventando una rassegna “di territorio”, un appuntamento estivo con spettacoli che coinvolgono ben quattro Comuni  contigui di Baie del Levante, e sembra aver trovato radici proprio in queste terre  in cui, forse, l’arte del teatro mancava in una forma così coinvolgente e contemporanea come quella proposta da Officine Papage.

Nel nostro borgo, Nuove Terre torna in piazzetta, tra le case colorate, e gli oleandri a fare da cornice, con uno spettacolo che è perfomance, racconto, ricerca, azione: “ANGELI E NO“  di Maniaci D’Amore.

Se è vero che il teatro è nato per rappresentare le passioni dell’uomo, è anche vero che oggi sul palco si mettono a nudo non solo le passioni, ma anche le fragilità, le paure, le ossessioni della nostra epoca. Per farci riflettere. Ma anche sorridere, e renderci consapevoli di quello che siamo.

 

Giovanna Bertamino

Vicesindaco Comune di Deiva Marina

Sempre più frizzante e coinvolgente, arriva la quinta edizione del piccolo, grande Festival che porta il Teatro nei nostri borghi. Attendiamo con rinnovato entusiasmo le proposte che siamo certi interesseranno tutte le generazioni di turisti e residenti. Grazie a Officine Papage e al Direttore Artistico Marco Pasquinucci per le meditate scelte che mantengono un alto livello culturale nella varietà delle molteplici  forme che le Arti Sceniche offrono.

 

Ilario Agata

(Sindaco di Levanto)

Il Comune di Levanto ha aderito con piacere alla proposta della compagnia di teatro Nuove Terre, accogliendo lo spettacolo: Il pallavolista volante” che si terrà in Piazza Cavour il 19 Luglio, un festival di teatro che unisce Levanto a Framura  e Bonassola, nello scenario estivo della nostra riviera. Senza voler entrare nel merito della rappresentazione è importante rilevare la presenza della manifestazione culturale che, in un programma ad ampio spettro, costituisce sempre, per noi liguri, un punto di riferimento importante ed essenziale della nostra attività dedicata al turismo, complemento decisivo alla bellezza del nostro ambiente naturale.”

 

PROGRAMMA

Mercoledì 19 luglio ore 21.30 piazza Cavour – Levanto (sp)

ingresso gratuito

LA LEGGENDA DEL PALLAVOLISTA VOLANTE

Con Andrea Zorzi Beatrice Visibelli

Movimenti coreografici Giulia Staccioli – Testo Nicola Zavagli, Andrea Zorzi – Scene, e luci Orso Casprini

La leggenda del pallavolista volante è uno spettacolo in cui lo sport incontra il teatro e si fa metafora della vita: Andrea Zorzi detto “Zorro” – il pallavolista due volte campione del mondo e tre volte campione europeo con l’indimenticabile Nazionale di Julio Velasco – sale per la prima volta sul palcoscenico e, grazie alla penna e alla regia di Nicola Zavagli, ci racconta la sua grande avventura. Attorno a lui, la verve esplosiva dell’attrice Beatrice Visibelli disegna un paesaggio narrativo carico di ironica allegria, dando vita alla moltitudine di personaggi che hanno accompagnato la vita e la carriera di questo autentico mito dello sport italiano. Attraverso la biografia di un grande campione, riscopriamo in leggerezza la filosofia e il potenziale umano dello sport, al di là degli imperativi tecnici, economici e mediatici, con l’idea che nella vita, come nella pallavolo, senza una squadra non si possa arrivare da nessuna parte.

 

Venerdì 28 luglio ore 21.30 piazza Bollo – Deiva Marina (SP)

ingresso 5,00 euro

NUDA E CRUDA

di Anna Mazzamauro

regia Livio Galassi

musiche originali Amedeo Minghi

con Salvatore Cauteruccio fisarmonica, Sasà Calabrese contrabbasso e pianoforte, Andrea De Martino violino

scene Lucia Giorgio costumi Agostino Porchietto, Graziella Pera

A Deiva Marina una delle più grandi attrici italiane: Anna Mazzamauro, con il suo ultimo ed esilarante spettacolo Nuda e Cruda. Anna, con la sua conosciutissima ironia, esorta il pubblico a spogliarsi dei ricordi cattivi, degli amori sbagliati, dei tabù del sesso, a liberarsi dalla paura della vecchiaia e ad esibire la propria diversità attraverso risate purificatrici. Uno spettacolo divertentissimo, sagace, insolente e mite, audace e timido, ridanciano e impegnato che sa coinvolgere e magnetizzare il pubblico catturandolo e conducendolo all’interno di se stesso senza filtri inibitori, senza ombre protettrici. La regia che spia tutti gli stimoli, anche i più reconditi, le preziose musiche originali di Amedeo Minghi e l’energia, il grande talento e l’unicità di una mattatrice del teatro italiano per uno spettacolo davvero indimenticabile assolutamente da non perdere!

 

Mercoledì 2 agosto ore 21.30 Localita Costa – Framura (SP)

ingresso 5,00 euro

LA FABBRICA DEI PRETI

di e con Giuliana Musso

Assistenza e ricerche fotografiche Tiziana De Mario Responsabile tecnico Claudio Parrino Collaborazione allestimento Massimo Somaglino

Realizzazione video Giovanni Panozzo e di Gigi Zilli Elementi di scena Francesca Laurino Ricerche bibliografiche Francesca Del Mestre Consulenza musicale RiccardoTordoni

Canzoni e musiche di Giovanni Panozzo, Daniele Silvestri, Marcello Serli, Mario D’Azzo, Tiromancino

Produzione La Corte Ospitale

Premio Hystrio 2017 alla drammaturgia

La Fabbrica dei Preti è l’ultimo lavoro di indagine e scrittura di Giuliana Musso. Uno spettacolo che intreccia tre diverse forme di racconto: un reportage della vita nei seminari negli anni ’50 e ’60, la proiezione di tre album fotografici e la testimonianza vibrante di tre personaggi. Sul palco una serie di schermi di proiezione e alcuni abiti appesi: una tonaca, un vestito da sposo, un clergyman, una tuta da operaio. Tre i personaggi interpretati da Giuliana, tre preti, tre uomini anziani che si svelano con franchezza: la giovinezza in un seminario, i tabù, le regole, le gerarchie, e poi l’impatto col mondo e col mondo delle donne, le frustrazioni ma anche la ricerca e la scoperta di una personale forma di felicità umana. Lo spettacolo, mentre racconta la storia di questi ex-ragazzi, ex-seminaristi, ci racconta di noi, delle nostre buffe ipocrisie, paure, fragilità… e della bellezza dell’essere umano. E così mentre ridiamo di loro, ridiamo di noi stessi e mentre ci commuoviamo per le loro solitudini possiamo, forse, consolare le nostre. Uno spettacolo intelligente, profondo che si interroga e ci interroga poeticamente, intimamente su cosa sia davvero la fede.

 

Mercoledì 9 agosto ore 21.30 Localita Costa – Framura (SP)

ingresso gratuito

David & Tomas

OVVIO

circo contemporaneo

KOLEKTIV LAPSO CIRK in paternariato con Circumnavigando Festival/associaizone Sarabanda e Festival Testimonianze ricerca Azioni/ Teatro Akropolis

David e Tomas del Collettivo Lapso Cirk sono due artisti multi-disciplinari specializzati in bilanciamento e manipolazione dei più svariati oggetti di ogni giorno. Entrambi amano profondamente quello che fanno e quello strano senso di eccitazione che provano in scena, mettendo alla prova costantemente i propri limiti prima che succeda l’inevitabile: CADERE!

OVVIO è una creazione giocosa, tenera, azzardata e piena di suspense. Manipolazione di oggetti e ricerca continua del bilanciamento si rincorrono; ma senza il coraggio e lo slancio giusto, si cade. Il che, a volte, può anche risultare molto divertente. Una ricerca dell’equilibrio allo stato puro. Uno studio sul comportamento umano in situazioni estreme e pericolose sul palco, tutto questo senza dimenticare il punto di partenza: il senso del gioco e del divertimento.

 

Giovedì 17 agosto 21.30 Piazza Bertamino Bonassola (SP)

ingresso gratuito

ANGELI E NO

Maniaci D’amore

di e con Francesco D’amore e Luciana Maniaci

produzione Nidodiragno – Premio Scenare Pagani 2014

Gli angeli non sanno mentire. Come i pazzi o i bambini, gli angeli non hanno segreti. Immaginiamo di essere dunque degli angeli. Lo siamo tutti, per una sera, a incominciare dai due attori in scena. Un uomo e una donna sono lì, sul palco, con l’innocenza di due putti. Non hanno filtri, non hanno remore, non hanno sovrastrutture. Sono pronti a raccontare tutto a mettesi in scena . Sono le loro realtà, alcuni aspetti del loro passato e del loro rapporto. Tra queste rapide e travolgenti pièce ce n’è una in cui arrivano davvero gli angeli. Sono due surreali figure simili a “disadattati celesti”, che hanno scelto di vivere sulla terra, stufi di amare tutto eternamente, blandamente, senza possibilità né di scacchi né di conquiste. Uno spettacolo divertentissimo, ardito, intelligente in cui i Maniaci d’Amore confermano di essere una delle giovani realtà piu interessanti del panorama teatrale nazionale.

 

Domenica 20 agosto ore 21.30 piazza Bertamino – Deiva Marina (SP)

ingresso gratuito

CANTARE ALL’AMORE

di e con Nicola Di Chio, Paola Di Mitri, Miriam Fieno
Collaborazione alla drammaturgia Michele Santeramo
Produzione La Ballata dei Lenna – Coproduzione Teatro Bottega degli Apocrifi

Una tristallegra storia dei giorni nostri che intreccia tra candore privo di speranza e arrivismo sgangherato tre vite senza coraggio. Quella di due sorelle, l’una di una bellezza vincente prossima a un matrimonio d’interesse, l’altra una poltiglia di difetti, scarica di aspirazioni, e quella di un sarto, campione della razza dei falliti, chiamato dalla bella a riparare l’abito da sposa usato. Il ritmo nevrotico della vicenda dettato dall’imminente cerimonia trova una quiete sorridente nell’universo condiviso di imbarazzi, inciampi, brividi e controattese, che da subito sorprende i due brutti. Ma quando le casse della felicità sembrano poter urlare al massimo volume, arriva quella paura che spegne ogni fracasso. Irrimediabilmente off. Ma se chi è apparentemente dalla parte del giusto non conosce lieto fine, non va meglio a chi tenta di nascondere l’infelicità negli agi. Uno squallido scenario di delusioni, che non dimentica di regalare tocchi di bislacca comicità, ma che alla fine lascia solo al corpo l’esultanza, un’esultanza violenta che stupra ogni attesa e squarcia l’innocenza.

 

NUOVE TERRE – Lunedì 21 agosto ore 21.30 Ca’ du ‘Zin – Framura (SP)

ingresso gratuito

FRANKENSTEIN ON THE BEACH

di Gianni Lodi

La storia personale di Mary Shelley e quella della sua straordinaria creatura raccontate in un inedito intreccio fra finzione e realtà.

 

NUOVE TERRE – Martedì 22 agosto ore 21.30 Sagrato della Chiesa di San Rocco Localita Setta – Framura (SP)

ingresso gratuito

APPARTENENZE

Performance, letture, video e musiche, proposti dagli abitanti di Framura

 

Govedì 24 agosto ore 21.30 Localita Setta – Framura (SP)

ingresso gratuito

LA PARTITA SULL’ARIA

Marrapodi/Orlacchio

Concept Roberto Orlacchio

regia e coreografia Roberto Orlacchio E Nicola Marrapodi

in partenariato con Festival Testimonianze Ricerca Azioni/Teatro Akropolis

La partita sull’aria è una performance basata sul linguaggio della danza contemporanea e il teatro danza. Viene rappresentata in forma di duetto, un incontro tra due interiorità differenti che raccontano la propria storia personale. L’adattamento in danza in forma di duetto ha condotto la riflessione verso le tematiche di un dualismo tra pieno/vuoto, spazio/spazi, luce/ombra. La costruzione de “La partita sull’aria” segue le varie fasi di una giornata; la notte dove si presenta un’energia archetipica e indistinta; l’alba che porta il calore del risveglio interiore; il pomeriggio con il ritorno a casa per restaurare la propria intimità e la sera, al tramonto. Lo spettacolo vuole essere una riflessione riguardo il tema dello spazio condiviso, in relazione allo/agli spazio/i del sé medesimo e del sè altrui. Partita come una partecipazione cooperativa ad un gioco non solitario. aria come ampio campo di indagine, seguendo l’idea di elemento che fa da luogo, di un respiro condiviso e non rubato all’altro – luogo in cui si mettono in gioco il proprio e l’altrui.

Più informazioni su