laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Area retro portuale: accordo di partnership tra Comune di Santo Stefano Magra e Università di Genova

CNA Fita e Confartigianato Trasporti intervengono con nota congiunta in merito alla riorganizzazione dell’area retro portuale e la firma dell’accordo di partnership tra Comune di Santo Stefano Magra e Università di Genova.

LA SPEZIA – “Apprendiamo tramite mezzi stampa con piacere, ma non senza sconcerto, che il Comune di Santo Stefano Magra ha siglato un accordo relativo uno studio di fattibilità per lo sviluppo delle aree retro portuali con il Centro italiano di eccellenza sulla logistica integrata dell’Università di Genova. – Dichiarano Giuliana Vatteroni per CNA Fita e Nicola Carozza per Confartigianato Trasporti. –  Nascendo questa collaborazione dalla necessità di trovare soluzioni logistiche migliorative e di razionalizzazione delle aree ci domandiamo come mai non siano state informate né invitate le associazioni di categoria rappresentative dell’autotrasporto? Da oltre un anno attendiamo la convocazione da parte del Sindaco di Santo Stefano Paola Sisti per confrontarci sul tema in maniera collaborativa e costruttiva, in attesa di questo incontro da sempre siamo a disposizione nel valutare problematiche e disagi. In merito a questo protocollo riguardante le aree retro portuali, potremmo apportare suggerimenti se resi partecipi. Sono mesi che interveniamo in merito alle problematiche vissute quotidianamente dagli autotrasportatori: abbiamo richiesto e attivato tavoli tecnici di confronto in sede della Prefettura e con l’Autorità Portuale per l’ingresso al Porto e per il transito dei mezzi pesanti nei Comuni di Vezzano, Arcola e nella stesso Comune di Santo Stefano Magra. Segnaliamo code, disagi e ci proponiamo quale parte attiva nella discussione e nella mitigazione dei problemi, alla luce di questo, – concludono i referenti sindacali degli autotrasportatori di CNA e Confartigianato, – ci risulta pertanto difficile capire il comportamento del Sindaco Sisti”.