laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Torna in Liguria sabato 14 ottobre la campagna nazionale “io non rischio” con volontari e iniziative nelle piazze di Genova, Savona, Imperia e La Spezia

Assessore Giampedrone, “Cultura Protezione Civile è fondamentale in una regione bellissima ma fragile come Liguria”. 

GENOVA – Torna anche in Liguria “Io non rischio”, la campagna del Dipartimento nazionale di Protezione civile per diffondere la cultura della prevenzione. Sabato 14 ottobre le piazze di Genova, Savona, Imperia e La Spezia saranno animate da centinaia di volontari con punti informativi per diffondere la conoscenza dei comportamenti più idonei da adottare in caso di emergenza e sensibilizzare i cittadini sul rischio sismico, alluvionale e sul maremoto.

“Sapere cosa fare in un momento di emergenza – spiega l’assessore regionale alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone – significa salvare vite umane: per questo la diffusione di una cultura di protezione civile bei cittadini è fondamentale, soprattutto in una regione come la Liguria, che, bellissima ma molto fragile soprattutto dal punto di vista idrogeologico, ha già pagato un prezzo molto alto anche a causa di comportamenti sbagliati. L’emanazione di una allerta meteo – aggiunge – non vuol dire che si verificherà un disastro. Ma significa che ogni cittadino deve adottare una serie di comportamenti, indispensabili per non rischiare la propria vita e quella dei propri cari e mettere in salvo i propri beni. Come Regione Liguria abbiamo lavorato fin dal nostro insediamento investendo importanti risorse per traguardare l’obiettivo della mitigazione del rischio, ma – conclude – le grandi opere e una corretta manutenzione non saranno mai sufficienti a garantire la sicurezza al cento per cento”.

L’edizione 2017 di “Io non rischio” sarà un’occasione speciale, perché le piazze si arricchiranno di iniziative ed eventi: i volontari, infatti, accompagneranno la cittadinanza in un percorso legato alla conoscenza dei rischi specifici del territorio e alla memoria dei luoghi.

In particolare a Genova è previsto un trekking urbano con l’opportunità di sperimentare alcune disabilità, in concomitanza con i Giochi Giovanili Paralimpici Europei, in collaborazione con Tur.Acce.S, Solidarietà e Lavoro di Dialogo nel Buio, Istituto Chiossone, Afa, Ali, A.L.I.C.E., presso i seguenti punti: Piazza De Ferrari, via San Lorenzo, via Frate Oliverio; zona Darsena-Ponte Morosini; piazza P.E. Taviani; piazzale Kennedy; piscine di Prà. A Imperia si svolgerà una gimkana ciclistica nel parco urbano San Leonardo, organizzata per i bambini delle scuole elementari cittadine grazie alla collaborazione della U.S. Caramagna e della sezione provinciale della Fci. Alla Spezia, caccia al tesoro da Piazza del Bastione lungo Via Prione e Corso Cavour. A Savona, in piazza delle Nazioni, incontro tra volontari e cittadinanza dalle ore 10 alle ore 18 e caccia al tesoro per famiglie e ragazzi a partire dalle ore 15.

L’edizione 2017 coinvolge volontari e volontarie appartenenti a oltre 700 realtà associative, tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d’Italia. “Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica.

Sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, è possibile consultare i materiali informativi.