laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Sostegno occupazionale e commissioni di lavoro aperte

Più informazioni su

LA SPEZIA – L’11 ottobre, in rappresentanza dei Consigli Direttivi dei Collegi Infermieri IPASVI liguri, hanno risposto all’invito per la presentazione genovese del Piano Socio Sanitario Regionale il nostro Vice Francesco Falli ed il Presidente (confermato) di Imperia, Severino Borri.

In questa occasione i nostri rappresentanti hanno voluto consegnare in Regione una dichiarazione scritta, tesa alla necessità di favorire il ricambio generazionale nelle ASL regionali (attraverso l’utilizzo importante delle prossime, imminenti, graduatorie concorsuali), ed alla fattiva attuazione dei progetti, già avviati ma ancora da divulgare, relativi all’Infermiere di Famiglia.
Richieste che, come da applicazione concreta e pratica del mandato ordinistico, vogliono sostenere la dignità delle cure erogate (a favore del cittadino) e la massima occupazione dei Colleghi Infermieri iscritti.

Cogliamo inoltre l’occasione, come nel mandato precedente, per segnalare che prosegue, rinnovata, l’attività delle nostre Commissioni tematiche ”open” aperte a tutti gli iscritti all’Albo.

A seguito delle decisioni assunte nel Consiglio Direttivo del 10 ottobre scorso, IPASVI LA SPEZIA comunica di avere rinnovato quattro Commissioni, volutamente aperte anche agli iscritti interessati che non fanno parte del nostro Direttivo.
Chi intende partecipare a queste Commissioni come componente esperto, dovrà inviarci una mail qui : ipasvisp@cdh.it, possibilmente con un breve, sintetico CV che descriva la attuale situazione, legata ai temi della Commissione scelta.

Le Commissioni sono quattro, e vedono diversi componenti del Direttivo coinvolti; per sintesi qui riportiamo il solo nome del Consigliere referente emerso dal Direttivo:

– Commissione Sanità privata: LUCA SPADONI
– Commissione Sanità pubblica: GIANNI MURGIA
– Commissione Giovani: SONIA CERCHI
– Commissione Libera professione: VALENTINA KORCULANIN

Per poter aderire a una di queste Commissioni, è necessario essere oggi inserito in quel contesto; quindi potranno aderire alla Commissioni Sanità privata i professionisti che sono attivi in quel settore; idem per la ”pubblica”; per la Commissione Libera professione è necessario avere una P.IVA e l’iscrizione ad ENPAPI, ed infine per la Commissione Giovani si indica, come in precedenza, un limite di età anagrafica in 39 anni.

Più informazioni su