laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Meccatronica: precisazioni onde evitare allarmismi

Più informazioni su

Non vi è obbligo formativo se l’impresa in attività risponde a requisiti: attenzione alle false informazioni.

LA SPEZIA – In questi giorni stanno arrivando lettere in cui si invita a procedere con corsi sulla meccatronica entro il 5 gennaio 2018, pena l’impossibilità di continuare ad operare.

La questione è più articolata ed onde evitare inutili allarmismi riportiamo una sintesi con la corretta informazione.

Nel 2012 la L.224 ha istituito l’attività di MECCATRONICA, a sostituzione di quella di meccanica-motoristica ed elettrauto, dando la possibilità a chi già operante in quella data a continuare l’attività per altri 5 anni in via transitoria e a chi aveva già compiuto i 55 anni di continuare fino alla pensione.

In tale norma si prevedevano corsi di formazione per tutti, ma le associazioni, tra cui CNA, non hanno ritenuto giusto l’obbligo formativo per chi risulti già in attività.

Dopo incontri, riunioni ed interpellanze al parlamento, il risultato è stato riportato nel punto n.4 della CIRCOLARE 3656 DEL MARZO 2013: “Per le imprese già in attività (ed anche per i tecnici che abilitino nuove imprese) si passa alla valutazione in concreto dei requisiti posseduti alla luce della nuova normativa, ovvero la verifica se il responsabile tecnico di impresa attiva ha operato per tre anni negli ultimi cinque anche su determinate componenti del veicolo a cavallo tra meccanica -motoristica ed elettrauto, esibendo delle fatture“.

In sintesi questo permette di non fare corsi integrativi e di chiedere l’iscrizione alla meccatronica d’ufficio. La procedura viene fatta presso la CCIAA e la Camera di Commercio della Spezia è stata tra le prime in Italia a procedere in tal senso, sia per chi opera nel settore dell’elettrauto che della motoristica. La procedura è semplice e CNA la Spezia è a disposizione per supportare eventuali imprese nel riconoscimento dei requisiti.

Più informazioni su