laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Bassano del Grappa incontra i protagonisti di WOW

Jean Alesi e Mauro Pelaschier ospiti d’eccezione giovedì 19 ottobre all’evento di chiusura del progetto che a bordo del catamarano “Lo Spirito di Stella” ha percorso 8000 miglia in nome dei diritti delle persone con disabilità.

30

Una serata con i protagonisti del progetto WoW-Wheels on Waves per raccontare al pubblico i sei mesi di viaggio di un catamarano speciale, la prima imbarcazione al mondo completamente accessibile anche alle persone con disabilità. Si conclude a Bassano del Grappa la grande avventura del progetto sociale capitanato dal velista vicentino Andrea Stella che a bordo del catamarano “Lo Spirito di Stella” ha attraversato l’Oceano per portare a Papa Francesco la Convenzione Onu per i diritti delle persone con disabilità. Il progetto “WoW” è un viaggio durato duecento giorni dagli Stati Uniti all’Italia per lanciare un importante appello ad abbattere tutte le barriere fisiche e mentali e rendere il mondo un luogo a misura di tutti.  Dopo l’arrivo a Venezia il 13 ottobre e l’incontro nei giorni successivi nel bacino di San Marco con la Nave Scuola Amerigo Vespucci, il team di WoW è pronto ad ammainare le vele, non prima però di aver incontrato i protagonisti e i sostenitori del progetto in una serata aperta a tutti per festeggiare il raggiungimento degli importanti obiettivi della missione. 

31

Il grande evento di chiusura si terrà giovedì 19 ottobre a Bassano del Grappa, sede dell’Associazione Lo Spirito di Stella. La serata inizierà alle ore 18.00 con un incontro “open” presso la Sala Polifunzionale della Fondazione Pirani-Cremona in via Museo 23. Dopo la proiezione del video che racconta il viaggio di “WoW”, ci sarà la presentazione dell’equipaggio e degli obietti raggiunti dal progetto. La serata sarà anche l’occasione per svelare i progetti che “Lo Spirito di Stella” ha in serbo per il 2018. All’incontro sarà presente il noto velista Mauro Pelaschier. Moderatore dell’incontro sarà Corrado Sulsente, Project Manager di WoW. Per le persone con disabilità sarà allestito un parcheggio accessibile riservato con ingresso in Vicolo Da Ponte. Per tutti gli altri l’accesso è da Via del Museo 23. Alle ore 19.00 la serata si trasferirà allo Store Montegrappa dove ad accogliere gli ospiti ci sarà Jean Alesi, ex campione di F1 ed azionista della famosa maison produttrice di strumenti di scrittura e partner del progetto WoW. Nella boutique in Piazza Garibaldi 12 sarà servito un aperitivo di benvenuto. I presenti potranno partecipare all’estrazione di una penna Montegrappa serie “Spirito di Stella” del valore di 1000 euro.

32
IL VIAGGIO DI “WOW”

“WoW” è un progetto dell’Associazione “Lo Spirito di Stella”, nata nel 2003 dal sogno di Andrea Stella di tornare a navigare nonostante la sedia a rotelle. È un viaggio lungo sei mesi, dagli Stati Uniti fino a Venezia, a bordo del catamarano “Lo Spirito di Stella”, il primo al mondo completamente accessibile. Il catamarano è salpato lo scorso 26 aprile da Miami. Il 26 maggio è iniziata la traversata oceanica di tre settimane da New York fino al Portogallo. Prima di partire, Andrea Stella ha incontrato il Segretario Generale dell’Onu Antonio Guterres per prendere in custodia la “Convenzione per i Diritti delle Persone con Disabilità” che a bordo de “Lo Spirito di Stella” ha sfidato le onde dell’oceano per raggiungere Roma ed essere consegnata a Papa Francesco. La traversata atlantica si è conclusa il 25 giugno con l’arrivo del catamarano accessibile al porto di Portimão in Portogallo. Dopo aver navigato le coste del Portogallo, dello Spagna e della Francia, il 25 agosto è arrivato in Italia per l’Udienza in Vaticano. Da Roma il catamarano è ripartito per concludere le ultime tappe del viaggio fino al porto di Venezia dove la barca ha incontrato in mare la Nave Scuola Amerigo Vespucci. Tante storie di vita e di coraggio si sono date il cambio a bordo de “Lo Spirito di Stella”. A questo grande progetto hanno preso parte quasi 100 persone di età, origine, culture e abilità differenti, una grande “famiglia inclusiva” con la quale ogni membro dell’equipaggio ha imparato a valorizzare le proprie diversità.

Queste le tappe del viaggio:

26/04-04/05:    Miami (Florida)-Norfolk (Virginia)
06/05-09/05:    Norfolk (Virginia)-Annapolis (Maryland)
12/05-16/05:    Annapolis (Maryland)-Great Kills (New York)
17/05-18/05:    Great Kills (New York)-New York (New York)
26/05-15/06:    New York (New York)-Isole Azzorre (Portogallo)
17/06-30/06:    Isole Azzorre (Portogallo)-Portimão (Portogallo)
13/07-18/07:    Portimão (Portogallo)-Gibilterra (Regno Unito)
20/07-26/07:    Gibilterra (Regno Unito)-Cartagena (Spagna)
28/07-03/08:    Cartagena (Spagna)-Valencia (Spagna)
05/08-10/08:    Valencia (Spagna)-Barcellona (Spagna)
12/08-18/08:    Barcellona (Spagna)-Tolone (Francia)

Tappe in Italia:

21/08-25/09:    Tolone-La Spezia
31/08-01/09:    La Spezia-Rosignano
04/09-05/09:    Rosignano-Roma
08/09-09/09:    Roma-Napoli
13/09-15/09:    Napoli-Messina
16/09-17/09:    Messina-Crotone
20/09-25/09:    Crotone-Rimini (San Marino)
30/09-02/10:    Rimini-Trieste
10/10-13/10:    Trieste-Venezia


ANDREA STELLA E IL CATAMARANO “LO SPIRITO DI STELLA”

Era l’agosto del 2000 quando una sera, mentre si trovava a Miami per un viaggio-premio di laurea, Andrea Stella si imbatté in tre malviventi intenti a rubare la sua auto. Uno dei tre, pur non minacciato, gli puntò una pistola e sparò due colpi che lo ferirono al fegato e ad un polmone. Dopo 45 giorni di lotta tra la vita e la morte, il risveglio dal coma fu accompagnato dalla scoperta di dover ricostruire la propria vita da una sedia a rotelle per la lesione che una delle due pallottole aveva provocato alla colonna vertebrale. Ripresosi dal tragico episodio, Andrea coltivò il sogno di tornare a navigare, ma dovette prendere atto che al mondo non esisteva un’imbarcazione in cui una persona disabile potesse essere autonoma sia per le esigenze personali che per partecipare alle manovre veliche. Con il fondamentale supporto della propria famiglia, progettò il primo catamarano al mondo completamente accessibile. Nel 2004 Andrea Stella, accompagnato anche da velisti del calibro di Giovanni Soldini e Mauro Pelaschiar, compì il viaggio in catamarano da Genova a Miami.

REPUBBLICA DI SAN MARINO, ANTICA TERRA DELLA LIBERTÀ

La Repubblica di San Marino, per tramite dell’alto patrocinio degli Eccellentissimi Capitani Reggenti, ha voluto dare il tangibile e chiaro segnale che essere identificata come “antica terra della libertà” significa, tra le altre cose, saper comprendere le reali esigenze della persona.E le persone con disabilità sono anzitutto “persone”. Per questo la repubblica del Titano è stata una delle prime nazioni a ratificare la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità, trasformando un’intenzione in fatti concreti. Da qui la creazione del progetto “San Marino per tutti” e sulla scorta di questa reale esperienza, la volontà di salire a bordo de “Lo Spirito di Stella” per dimostrare che insieme si può fare molto, anche trasformare i sogni in realtà.Molte le iniziative che il governo biancazzurro ha messo in atto per il progetto “WoW”, ad iniziare dalla intensa mediazione diplomatica che ha aiutato Lo Spirito di Stella a incontrare il segretario Onu a New York e Papa Francesco in Vaticano.Grazie alla realtà sammarinese di “Special Olympics”, assieme al Comitato Olimpico Sammarinese e alla federazione vela del Titano, ragazzi con disabilità cognitive-relazionali hanno potuto approcciare il mondo della vela e diventare velisti, pronti ad imbarcarsi sul catamarano assieme ad Andrea Stella per solcare i mari dell’adriatico quando a fine settembre “Lo Spirito di Stella” ha raggiunto Rimini. Una nazione libera, soprattutto dai pregiudizi e dai blocchi sociali. Una nazione che con la sua esperienza potrà insegnare cosa si cela dietro al termine solidarietà.

IL PROGETTO EDUCATIVO “PINKSIE THE WHALE”

“PinksieOnWow” è un’iniziativa sociale nata dall’incontro tra la balena rosa di “Pinksie the Whale” e “Wow-Wheels on Waves”, la sfida di Andrea Stella che percorre il mare facendosi portatore dei diritti delle persone con disabilità. “Pinksie the Whale” è un progetto educativo lanciato a Londra nel 2012 con la missione di insegnare ai bambini fin dai primi anni dell’apprendimento il valore della diversità e il rispetto di sé e degli altri attraverso l’arte e la creatività.Ogni anno il team di Pinksie, i cui progetti in Italia sono promossi dall’Associazione Mercurio, lavora con scuole, artisti, gallerie, musei e organizza laboratori creativi, mostre ed altri eventi che hanno il vantaggio ulteriore di raccogliere fondi per bambini in difficoltà. “Pinksie the Whale” e L’Associazione Lo Spirito di Stella sono unite dal medesimo obiettivo e condividono gli stessi valori: le due realtà hanno quindi deciso di collaborare per dimostrare come, attraverso il viaggio del catamarano, la diversità possa trasformarsi in un’opportunità, rendendo anche i bambini protagonisti di questa grande avventura. Pinksie sarà sempre a bordo durante il viaggio di “WoW”.

Il progetto “WoW” si svolge  con il patrocinio delle Eccellentissime Reggenze della Repubblica di San Marino, dello Stato Maggiore della Difesa, del Centro Velico Caprera e del Ministero dell’Ambiente, con la collaborazione dell’Associazione Mercurio e con la partnership di Pirelli, Rigoni di Asiago, KlaxonMobility, Montegrappa, Pirati dei Caraibi Disney, Tigotà, Estel, Innovest, Generali, Formaggio Piave Dop, Sgambaro, Acquaviva,Antica Tostatura Triestina, Acamedy, C.U.R.A, Areaseb, Prosecco TONiDORO e Amazon.