laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Sul molo crociere e pennello Calata Paita prende posizione la Uil

Opere necessarie per la città, abbiamo perso anche troppo tempo. L’ex sindaco Federici metteva davanti agli investimenti per La Spezia le logiche di partito.

LA SPEZIA  –  Scende in campo la Uil sul Molo crociere e sul pennello di Calata Paita. “Adesso basta: sono opere che vanno fatte, abbiamo perso anche troppo tempo.” A fare queste dichiarazioni – sono Franco Furletti segretario territoriale Uil trasporti e Marco Callegari della categoria commercio, turismo, servizi  che hanno convocato una conferenza stampa questa mattina  nella sede della Uil  per  affermare le loro intenzioni. L’ex sindaco Federici – dichiarano i sindacalisti – ha sempre messo davanti  alle  priorità della città, le logiche di partito del Pd, invece  di pensare agli investimenti ed all’occupazione. Inoltre  si faceva “la guerra con Forcieri”.

“Auspichiamo invece che la nuova Amministrazione  comunale sia più collaborativa con l’Autorità Portuale.  E’ necessario investire  nella nostra città perchè le potenzialità ci sono e le crociere portano lavoro. Inoltre – rileva Callegari –  bisogna allungare  la stagione  turistica. Le strutture alberghiere lavoreranno di meno, che in piena estate, ma  lavoreranno tutto l’anno,  quindi i dipendenti non vengono lasciati a casa.  All’interno dell’attività crocieristica ci sono i servizi che impiegano tante persone. Un esempio, quello della vigilanza: i lavoratori occupati tutto l’anno sono 40.

Per quanto riguarda i muscolai – concludono i sindacalisti l’Autorità portuale  si sta adoperando per trovare delle soluzioni”.

Claudia Verzani