laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’alpinismo lento si misura in qualità

L’artigianalità di Mangia Trekking per la sicurezza e per chi ama la natura

LA SPEZIA – L’ultima dimostrazione, circa la professionalità e la qualità del lavoro di Mangia Trekking, si è avuta in questi giorni, sulla rete sentieristica dell’isola Palmaria. Dove alcuni sconsiderati, dimostrando scarso rispetto del patrimonio pubblico continuano ad asportare i pali e le frecce segnaletiche dei sentieri . A costoro, continua a rispondere con umiltà e serietà, l’associazione dell’Alpinismo Lento.

1

Come previsto dalla collaborazione con l’Ente Parco Regionale Naturale e con il Comune di Porto Venere, l’associazione prontamente ripara ogni danno. Consapevole dell’importanza della propria attività, l’associazione Mangia Trekking si sottopone ad un continuo ed impegnativo surplus di lavoro nei propri laboratori (le cantine familiari) e sul campo. Infatti l’altro giorno, dopo aver ricostruito nella cantina di Tresana in Lunigiana, le 13 tabelle asportate, e fatto un palo di castagno nei boschi di Montecapri in Val di Vara, alcuni associati si sono recati sull’isola Palmaria per riposizionare le tabelle segnaletiche in legno di botte e il palo che sorreggeva una delle frecce segnaletiche.

2

Realizzazioni che per l’ennesima volta erano state portate via. Nel concreto, per ben comprendere l’entità del danno provocato dai gesti di persone davvero inqualificabili, senza contare l’enorme danno alla sicurezza del turismo-escursionistico, occorre meditare sulle procedure di lavorazione. Vi sono tabelle ricavate dalle doghe delle botti dismesse, tagliate, incise e pitturate a mano nelle cantine familiari. Pali che vengono ricavati dai boschi del territorio di proprietà di alcuni associati in Val di Vara e Lunigiana. Il tutto viene poi autotrasportato a Porto Venere e da lì con la barca sull’isola Palmaria. E dalla baia di attracco, i materiali, a spalla degli associati, giungono ai luoghi di sistemazione. L’azione dell’associazione poi prosegue non applicando chiodi o viti alle piante, e ricercando le migliori soluzioni per mettere protezioni ove sono potenziali pericoli. Un lavoro artigianale unico, e che ormai si è affermato in tanti luoghi per la sua preziosità e per la particolare vicinanza con la cultura più antica dei luoghi.

3

L’associazione Mangia Trekking che è presente sull’isola Palmaria da tanti anni, svolgendo attività di manutenzione, monitoraggio e raccolta rifiuti lungo i camminamenti, nella circostanza desidera rivolgere un appello a tutti coloro che frequentano l’isola affinché rispettino l’ambiente, la natura ed il lavoro in piena sintonia con essi (natura e ambiente), svolto a favore dell’intera comunità.