laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Stagione Teatro Astoria di Lerici: cartellone e abbonamenti

Più informazioni su

LERICI – Ultimi giorni per la conferma dei vecchi abbonamenti della stagione di prosa e l’apertura di quelli nuovi alla cassa del Teatro Astoria di Lerici. Due settimane di apertura caratterizzate da una grande affluenza di pubblico, pronto ad assistere al nuovo cartellone di appuntamenti in programma per quest’inverno. Per confermare il tradizionale abbonamento e crearne di nuovi è infatti possibile recarsi, fino a sabato 4 novembre, alla cassa del Teatro Astoria; a partire da domenica 5 novembre gli abbonamenti potranno invece essere acquistati alla cassa del cinema, negli specifici giorni e orari di apertura del cinema. Bisognerà attendere fino a domenica 10 dicembre invece per i biglietti dei singoli spettacoli, sempre acquistabili alla cassa del cinema locale.

˂La stagione teatrale lericina si aprirà quest’anno in anticipo rispetto a quelle precedenti – commenta Claudia Gianstefani, consigliere delegato al Teatro -. Il debutto è stato affidato alla Compagnia teatrale Gank dello stabile di Genova, composta da giovani e talentuosi attori. Il programma propone sei spettacoli che vedranno protagonisti grandi nomi e affronteranno in chiavi diverse tematiche centrali della società di oggi. Per gli amanti dei classici, quest’anno andrà in scena Shakespeare, con lo spettacolo “Sogno di una notte di mezza estate”. La stagione sarà inoltre arricchita, come ogni anno, dal prezioso contributo delle compagnie locali, a cui va il merito di mantenere vivi i dialetti e le tradizioni culturali del nostro territorio, e dal teatro iniziatico di Angelo Tonelli, performer di assoluto spessore˃.

Sei gli imperdibili appuntamenti con la prosa che caratterizzeranno la stagione teatrale lericina 2017/18: si comincia venerdì 15 dicembre con lo spettacolo “Le prenom”, con Alessia Giuliani, Alberto Giusta, Davide Lorino, Aldo Ottobrino e Gisella Szaniszlò. Una sera come tante altre tra cinque amici quarantenni, tutti appartenenti alla media borghesia, a confronto tra colpi di scena, battute comiche, amicizia, rancori e legami profondi. Inizia un gioco di provocazione che si allarga sino a diventare il ritratto di una generazione tra piccole meschinità e grandi sentimenti. Nasce il ritratto di una generazione allo sbando, dove tutti hanno qualche segreto da nascondere o da rinfacciarsi. Una commedia scoppiettante, ricca di colpi di scena e della forte ironia tipica della tradizione francese.

Mercoledì 24 gennaio sarà la volta di “Serendipity. Memorie di una donna difettosa” di e con Serena Dandini. Tutto ha inizio da una semplice domanda di pensione, che ingenuamente pensa di poter ottenere dopo anni di onorata carriera. Ma l’insano desiderio si scontra con l’implacabile Legge Fornero. A spiegarlo in scena è la Fornero in persona o meglio la sua migliore incarnazione – Germana Pasquero -, che con il cinismo lacrimoso ormai noto toglie ogni speranza alla malcapitata. Una serata atipica, un happening sgangherato che si snoda tra comicità irriverente e riflessioni semiserie, ma anche serissime, sul destino del genere femminile nel nostro paese.

Venerdì 2 febbraio sarà sul palco lo spettacolo “La guerra dei Roses”, con Ambra Angiolini e Matteo Cremon e con Massimo Cagnina e Emanuela Guaiana. Il romanzo di Warren Adler narra della lenta e terribile separazione tra i coniugi Rose. Lui ricco e ambizioso uomo d’affari, tronfio della sua fortunata carriera, lei una moglie obbediente, ma mai dimessa, che lo ha accompagnato nella sua brillante ascesa, con amore, stima profonda e un pizzico di fascinazione per le piccole e grandi comodità conquistate.

Giovedì 22 febbraio sarà la volta di “Sogno di una notte di mezza estate”, con Stefano Fresi, Giorgio Pasotti, Violante Placido e Paolo Ruffini. Mito, fiaba, e quotidianità si intersecano continuamente senza soluzione di continuità all’interno di questa originale versione del noto testo shakespeariano, sempre originalmente e genialmente contaminate e ricreate dalla fervida fantasia dell’adattamento. Un vero e proprio teorema sull’amore ma anche sul nonsense della vita degli uomini che si rincorrono e che si affannano per amarsi, che si innamorano e si desiderano senza spiegazioni, che si incontrano per una serie di casualità di cui non sono padroni.

Martedì 13 marzo sul palco “Tempi nuovi” di Cristina Comencini con Ennio Fantastichini e Iaia Forte e con Marina Occhionero e Nicola Ravaioli. Lo spettacolo mette in scena un nucleo familiare investito dai cambiamenti veloci e sorprendenti della nostra epoca: elettronica, mutamento dei mestieri e dei saperi, nuove relazioni. Un terremoto che sconvolge comicamente la vita dei quattro personaggi e li pone di fronte alle contraddizioni, alle difficoltà di un tempo in cui tutto ci appare troppo veloce per essere capito ma in cui siamo costretti a immergerci e navigare a vista.

Lunedì 26 marzo in scena “L’inquilina del piano di sopra” con Gaia De Laurentiis, Ugo Dighero e Laura Graziosi. Un classico della comicità di Pierre Chesnot, un raro meccanismo drammaturgico ad orologeria. E’ una favola sul dramma della solitudine con un lieto fine sospirato, una commedia dai buoni sentimenti che ride dei rapporti di coppia, mette il buon umore e fa amare la vita.

La stagione del Teatro Astoria proseguirà con il tradizionale Concerto di Capodanno, lunedì 1 gennaio, per poi dare spazio alla rassegna “Lerici in palcoscenico”: quattro imperdibili appuntamenti a ingresso libero con le compagnie teatrali locali, in programma dal 21 aprile al 9 giugno. Il primo spettacolo in scena sarà “St’ano a Nadae a siemo da soli” a cura della Compagnia delle Briciole; il 12 maggio sarà la volta di “Veleno per topi” a cura della Compagnia amatoriale serrese “A Sembiada”; il 19 maggio “Se gh’aressenta!” a cura della Compagnia teatrale Marilontani e il 9 giugno chiuderà il cartellone “Elettra” a cura dell’associazione culturale Arthena – Compagnia Teatro iniziatico diretta da Angelo Tonelli.

Più informazioni su