laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Monterosso approva il nuovo Regolamento edilizio

MONTEROSSO – Approvato oggi, 13 novembre, in Consiglio comunale il nuovo Regolamento edilizio seguendo le linee guida impartite dalla Regione Liguria, con la Deliberazione di Giunta Regionale n° 316/2017. Le principali novità riguardano le disposizioni per le attività commerciali in materia di arredo urbano come la qualità e tipo di materiale per dehors e suoli pubblici, l’uniformità estetica dei vari elementi e il divieto di esporre insegne luminose o distributori automatici per esterni.

Il nuovo Regolamento è stato redatto seguendo i principi della trasparenza, della semplificazione, dell’uniformità dell’attività edilizia, costituendo un’importante bussola per i cittadini, per i professionisti e per gli operatori delle attività economiche e consentendo di applicare in modo pressoché uniforme la stessa normativa a tutti i Comuni della Regione, nel rispetto delle specificità territoriali.

Tra gli obiettivi principali dell’Amministrazione comunale c’è quello di tutelare il decoro urbano anche attraverso l’eliminazione di tutti gli elementi decorativi in plastica e altri elementi d’arredo collocati all’esterno delle attività commerciali, compresi tavolini, sedie e teli di copertura.

Seguendo le nuove prescrizioni, previste dal Regolamento, che entrerà in vigore a decorrere dal 27 novembre, le attività che intenderanno occupare il suolo pubblico a Monterosso dovranno preventivamente fornire all’Ufficio Tributi la documentazione dettagliata relativa agli elementi di arredo da installare.

Attraverso l’art. 83 di tale Regolamento, i sentieri pubblici e di uso pubblico, sia escursionistici che di accesso ai terreni agricoli, presenti nel territorio comunale non possono essere in alcun modo chiusi con recinzioni o sbarramenti e devono mantenuti in condizioni di percorribilità pedonale.

Altri importanti disposizioni, al fine di garantire un migliore servizio alla collettività e ai turisti che visitano il borgo, riguardano i requisiti igienico sanitari: saranno vietati sistemi alternativi alla canna fumaria che sono causa di insalubrità dell’aria e dell’ambiente circostante.

Un altro aspetto fondamentale è quello legato alla rimozione delle barriere architettoniche. Infatti le nuove attività dovranno, obbligatoriamente e senza possibilità di deroga, dotarsi di doppio servizio igienico, di cui uno fruibile per persone diversamente abili.

Questi aggiornamenti vogliono essere una risposta concreta per incrementare il decoro urbano, per tutelare la tipicità delle attività monterossine e metter un freno all’utilizzo indiscriminato di strutture e materiali che non rispecchiano la cultura e la tradizione del paese, ma impoveriscono la bellezza di un territorio che è anche patrimonio dell’Unesco.