laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Videosorveglianza: 6 nuovi impianti saranno installati in città

Più informazioni su

LA SPEZIA – “6 nuovi impianti per la videosorveglianza saranno installati in città e si andranno ad aggiungere ai 26 già in uso. I 32 sistemi consentiranno, così, di controllare un’area molto vasta di città”. Lo ha annunciato questa mattina nel corso di una conferenza stampa il Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini. Insieme a lui erano presenti l’assessore alla sicurezza Gianmarco Medusei e il comandate del Corpo di Polizia Municipale Alberto Pagliai.

“Un provvedimento al quale ho deciso di imprimere una grande accelerazione – ha affermato il Sindaco Peracchini –  Anche a seguito degli ultimi atti vandalici che, oltre ad aver causato gravi danneggiamenti, hanno tolto serenità ai miei concittadini. Una misura, in tema di sicurezza urbana, che si aggiunge all’assunzione di 13 nuovi vigli che entreranno in servizio entro questo Natale. Le zone interessate saranno i Giardini Pubblici, piazza Garibaldi, il quartiere di Fossitermi, nonché i due significativi assi stradali di penetrazione via Carducci e viale San Bartolomeo. Il nuovo impianto sarà realizzato e messo in opera nei primi mesi del 2018. Che si tratti di ragazzate o atti delinquenziali il tempo per chi li compie è finito.”

Videosorveglianza-2

“Sul fronte della sicurezza il nostro impegno è massimo – ha dichiarato l’assessore Gianmarco Medusei – Gli ultimi episodi ci hanno spinto nella direzione di dotarci di sistemi nuovi di videosorveglianza che spesso sopperiscono alla carenza di uomini. La tecnologia ha fatto passi da gigante e il livello di definizione delle immagini ha consentito di essere determinante nella conclusione di alcune indagini. Inoltre il nostro servizio è quotidianamente utilizzato anche da Polizia di Stato e Carabinieri con i quali collaboriamo costantemente.”

“È anche intenzione dell’Amministrazione – ha spiegato il Comandante Pagliai – sviluppare la partecipazione con i privati recuperando, ad esempio,un’esperienza pilota riferita alla cessione in comodato d’uso da parte dell’amministrazione condominiale di galleria Goito (grattacielo Beverini) di impianti al Comune per inserimento nel sistema di videosorveglianza comunale ai fini di sicurezza. Un impianto che ovviamente dovrebbe essere compatibile con quello in uso e che, nel caso di Galleria Goito, ne ha consentito la collocazione in aree pubbliche e la conservazione dei filmati per un periodo congruo utile a fini investigativi. A carico del Comune ci sarebbero i soli oneri manutentivi restando gli impianti di privata proprietà.

Più informazioni su