laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Carispezia una fantastica rimonta regala il pari contro il Trissino

Più informazioni su

Miracolo rossonero da 0-3 a 3-3. Trissino avanti, poi la fantarimonta. E’ un Carispezia Sarzana stupendo. Gioca un poco arrancando, si potrebbe trattare di dover rimontare, e di riuscire. Non c’è Patty Pravo al Vecchio Mercato, ma va in scena un pensiero-match stupendo. Un pareggio strappato con la determinazione e con il cuore. Carispezia Sarzana rimedia un risultato che, alla fine del primo tempo sembrava destinato sorridere al Trissino. (nella foto l’abbraccio dei ragazzi rossoneri dopo la rete del 3 a 3).

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA – GS HOCKEY TRISSINO 3 – 3  (0 – 3)

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA : Corona (Bianchi), Rispogliati, De Rinaldis , Rubio (1), Deinite, Dolce , Festa , Borsi (2), Zeriali. Allenatore: Francesco Dolce.

GS HOCKEY TRISSINO : Edi Nicoletti (Bovo), Diego Nicoletti (1), Bertinato (1), Faccin, Vazquez (1), Perez, Greco, Schiavo, F.Ferran. Allenatore Jordi Valverde.

Arbitri: Sig. Molli (LU) – Sig. Brambilla (MZ) ausiliario Sig. Capparelli (LU).

“Sono soddisfattissimo per il punto conquistato questa sera, non era facile rimontare una gara sotto 3 a 0 contro un ottima squadra come il Trissino, dopo il pareggio potevamo anche vincere ma anche perdere, il pareggio è il risultato giusto commenta il tecnico Francesco Dolce a fine partita – Il Presidente Corona fa riferimento alle proteste della squadra ospite per il rigore e l’espulsione a Nicoletti “le immagini danno ragione al direttore di gara l’aggancio di Edy Nicoletti è netto, io personalmente ho visto un arbitraggio molto fiscale ma direi nel complesso buono che comunque non ha favorito nessuna delle due squadre, ne è specchio che dopo il rigore a nostro favore e l’espulsione temporanea di Nicoletti è stato espulso Festa e concesso un tiro libero alla formazione Veneta – spiega il Presidente – sono soddisfatto dei miei ragazzi, abbiamo ancora una “mission impossibile” a Viareggio e poi due scontri diretti con squadre della nostra fascia, abbiamo conquistato 9 punti che non sono pochi, vorrei al più presto arrivare a 18 che significherebbe salvezza, per poi guardare il proseguo del campionato con un’altra ottica. Volevo ringraziare il pubblico di Sarzana – conclude il Presidente – che nei momenti chiave ci ha sostenuto a gran voce gran merito del punto conquistato è loro. Euforico anche Andrea Guelfi un super tifoso rossonero presente in tribuna che fa i complimenti alla squadra “abbiamo assistito ad una partita vibrante ed emozionante. Siamo partiti in salita, ma la squadra non ha mai mollato. Nemmeno quando si è trovata sotto di tre gol a inizio del secondo tempo. Un pareggio strameritato, conquistato col cuore e senza perdere la testa. Complimenti a tutta la squadra.” Miracolo rossonero da 0-3 a 3-3. Trissino avanti, poi la fantarimonta. E’ un Carispezia Sarzana stupendo. Gioca un poco arrancando, si potrebbe trattare di dover rimontare, e di riuscire. Non c’è Patty Pravo al Vecchio Mercato, ma va in scena un pensiero-match stupendo. Un pareggio strappato con la determinazione e con il cuore. Carispezia Sarzana rimedia un risultato che, alla fine del primo tempo sembrava destinato sorridere al Trissino. Ad un primo tempo brutto, giocato con poche idee, ha fatto riscontro una ripresa che ha legittimato il pareggio. Un’altra squadra, insomma, completamente differente a quella vista nei primi venticinque minuti. I rossoneri rimediano così il terzo pareggio interno. Un punto importante alla luce dei risultati che hanno visto soccombere Giovinazzo e Thiene, pareggiare Correggio e Scandiano nello scontro diretto.  Ma veniamo alla gara l’allenatore Jordi Valverde, che arriva al Centro Polivalente con l’organico al gran completo, schiera il suo starting-five titolare con Diego Nicoletti, Bertinato e alla coppia d’attacco catalana composta F.Ferran e Vazquez con Eddy Nicoletti alla difesa della porta e a disposizione Perez, Greco, Faccin, Schiavo e il secondo portiere Bovo. Dolce risponde con il solito quintetto base Corona, Rubio, De Rinaldis, Borsi, Festa. LA PARTITA ha visto il Trissino controllare agevolmente il match nel primo tempo. Tutto troppo facile per essere vero per la formazione Veneta. Sblocca la partita un ‘tiraccio’ di Diego Nicoletti al 6’,42” che deviato da Festa si infila alle spalle di Corona. I veneti spingono sull’acceleratore. Un gol spettacolare di Vazquez al 13’42’’ porta il Trissino sul doppio vantaggio, l’attaccante spagnolo riceve una palla area all’interno dell’area spalle alla porta e con una torsione la gira in porta lasciando di stucco Corona. Carispezia non ha idee ed il quintetto di Valverde ne approfitta al 20’ 01’’ per triplicare con Bertinato che scende dalla destra, Corona chiude lo specchio, ma la conclusione dell’attaccante Trissinese impatta sul guanto del portiere rossonero e carambola in rete. Da quel momento il portiere Sarzanese chiude la porta e diventerà protagonista con alcune provvidenziali parate. Tutto troppo facile per la formazione di Jordi Valverde, e sul punteggio di 3 a 0 le due squadre vanno al riposo. Al rientro in pista i rossoneri non sono gli stessi. Dopo 50” secondi l’arbitro Molli assegna un rigore e sventola il blu al portiere Nicoletti che aggancia Festa lanciato a rete, proteste dei veneti, ma le immagini daranno ragione al direttore di gara. Sul dischetto si presenta Borsi. Fra i pali Bovo che subentra a Nicoletti. Borsi tira forte ma il giovane portiere respinge. Il rossonero riprende la pallina e con un alza e schiaccia mette la sfera in rete. Non passa neppure un minuto che Festa aggancia capitan Bertinato, cartellino blu all’attaccante materano e tiro di prima affidato allo specialista F. Ferran che trova sulla sua strada Corona che gli respinge la conclusione. Scampato il pericolo Carispezia sente che può cambiare ritmo e gioco e ci riesce. Al 29’19’’ accorcia ulteriormente le distanze con Rubio che fa secco Nicoletti con un gran tiro sugli sviluppi di una punizione dal limite dell’area. Ora il pareggio è possibile ed i rossoneri ci credono. Ci pensa ancora Borsi con un’ azione spettacolare delle sue a riportare in parità il match al 16’20’’. Sul risultato di 3 a 3, bravi i due portieri in alcune occasioni sia da una parte che dall’altra, ma il risultato può star bene ad entrambe e la paura di perdere di tutte e due le squadre prende il sopravvento. La sirena finale chiude la contesa con il risultato di 3 a 3.

Nel prossimo turno i rossoneri di Francesco Dolce saranno impegnati martedì 12 Dicembre nella trasferta al “Dorando Petri” di Correggio ospiti del BDL Hockey Correggio.

Più informazioni su