laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Derby, Autorev in “forma salvezza”, Lunezia rimaneggiato ko

Più informazioni su

AUTOREV SP – LUNEZIA VOLLEY 3 – 0

PARZIALI: 25-16 in 23 minuti, 25-17 in 25, 25-23 in 28.

SPEZIA VOLLEY AUTOREV: Battistini 2, Del Nero 13, Cento 8, Petacchi 10, Pilli 0, Bosio 19, Fantinel 9, Vita libero; n.e. Graziani, D’Ambrosio, Gianardi, Vasi. All. Damiani; vice Saccomani.
LUNEZIA VOLLEY: Brizzi 2, Scandella 5, Buccelli 1, Mendoza 4, Giovanelli 4, Santagostino 1, Marku 7, Gorgoglione 11, Tomaino 4, Fiorino e Salvetti Liberi; n.e. Maccioni, Lupi, Bernardini. All. Pascucci; vice Giannini.

ARBITRI: Coppola e Tronfi.

L’ Autorev Spezia non fa sconti a un Lunezia Volley che, pur privo del palleggiatore Ruffini e del libero Leonardi, lotta fino all’ultimo come risultato del terzo set dimostra; sicché le spezzine sorpassano le sarzanesi (come quoziente: i punti in classifica sono gli stessi) e le relegano per ora in quella zona-retrocessione dalla quale invece si tirano fuori. Cronaca…

Al Palamariotti spezzino Autorev in campo con la Battistini in costruzione e la Del Nero in diagonale, la Cento e la Petacchi centrali con la Vita libero, la Bosio e la Fantinel di banda. Il Volley Lunezia risponde con la Brizzi ad alzare e la Scandella opposto, la Giovanelli e la Mendoza in mezzo con la Fiorino libero, la Marku e la Gorgoglione “martelli”.

Coach Damiani rinuncia dunque alla D’Ambrosio e punta su una Del Nero che lo ripaga ufficializzando una volta per tutte il ritorno ai vecchi fasti, la Bosio s’abbona definitivamente alla palma di “top scorer”, più in generale tutta la squadra funziona fin da subito a meraviglia e non a caso in pochissimi minuti il parziale dice 4-0 a suo favore. Non solo, ma lo scarto va aumentando, sino al 25-16 che fa 1-0.

Nella seconda frazione mister Pascucci rigioca la carta per cui aveva optato molto prima nella gara precedente, cioè capitan Marku in panchina e dentro la Tomaino, mossa che lì per lì produce qualche effetto tanto che le ospiti aprono in vantaggio netto. Sennonché sul 4-8 a sfavore le bianconere chiedono un time-out e di lì a poco è già 8-8. Non solo, ma gradualmente il 2-0 a favore delle locali va prendendo corpo, sino al 25-17. Alle “lunensi” non procaccia più di tanto l’entrata di volta in volta delle varie Buccelli e Santagostino al centro e Salvetti, pur validissime, verso la fine del set riecco inoltre la Marku. Di là farà un paio di volte capolino il “jolly” Pilli.

Nella terza parte, estremo tentativo “lunense” di riaprire il match, infatti si parte con un 1-3 a vantaggio sarzanese. Non passa molto tuttavia che le padrone di casa riprendono a macinare gioco portandosi sul 9-4 prima e il 18-11 poi. La Marku e la Tomaino s’alternano, i cambi continuano, ma la rincorsa “autoreviana” verso il 3-0 pare non arrestarsi. Eppure, quasi agli sgoccioli, l’ultimissimo sussulto del Lunezia conduce al 23-23 firmato da una schiacciata della Scandella. Nulla da fare, le anfitrione si ricompattano ed è 25-23, sancito da una sberla di “Top” Bosio.

A seguire infine gli altri risultati in quella che, nel Girone E della Serie B2 nazionale femminile, era l’ 8.a giornata.

Gramsci-Libertas 1-3, Idea-Calerno 3-0, Nottolini-My Mech 3-0, Stella-Fanball 3-0, Texcart-Clai 1-3, Tirabassi-Vemac 0-3.

Di seguito per concludere l’odierna classifica.

Bionatura Nottolini Lucca punti 23, Libertas Forlì 21, Csi Clai Imola 18, Acli Stella Rimini 14, Vemac Vignola Mo, Texcart Mondial Carpi Mo, Tirabassi e Vezzali Reggio Emilia 13, Gramsci Pool Reggio E. 12, My Mech Cervia Ra 11, Centro Volley Spezia Autorev, Idea Bologna, Lunezia Vollet 10, Calerno San Ilario Re e Fanball Pallavolo Carrarese 0.

Nella foto lo Spezia Volley Autorev che ha vinto il derby

Più informazioni su