laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

La Virtus non ce la fa: sconfitta da Gesam Gas Lucca

Più informazioni su

Virtus Carispezia Termo – Gesam Gas Lucca 62-78
Parziali 12-15, 25-34, 41-55
 
Virtus Carispezia Termo: Filippi 4, Favento 9, Reke 7, Templari 16, Contestabile 5, Moore 7, Malone 10, Manzotti ne, Striulli 4, Mugliarisi. Punti 62: t2 17/40, t3 5/14, tl 13/21.
Coach: Loris Barbiero.
 
Gesam Gas Lucca: Mahoney 18, Dotto 18, Giorgi 8, Mei ne, Bagnara 10, Crippa 2, Gianolla, Bona 4, Masini ne, Halman 18. Punti 78: t2 28/55, t3 2/10, tl 16/22.
Coach: Mirko Diamanti.
 
Arbitri: Marco Rudellat, Nicola Cappati e Giulia Montecchi.
 
LA SPEZIA – Termina con una sconfitta anche l’ottava giornata di campionato, dove la Virtus Carispezia Termo di coach Barbiero ha incontrato un’ottima Gesam Gas Lucca. Nonostante la partita sia quasi sempre rimasta aperta, sono state le toscane a mantenere il vantaggio per tutti e quattro i tempi e alla fine la squadra di coach Mirko Diamanti vince per 62 a 78. Per le spezzine si tratta della terza sconfitta consecutiva, nonché la quarta del campionato. Non è certamente un momento felice per la società bianco blu, che dopo un ottimo avvio di stagione e uno strepitoso successo contro Famila Schio, non sembra riuscire a trovare il guizzo necessario per tornare alla vittoria, nonostante la gara di oggi non abbia niente a che vedere con quella di domenica scorsa, il cui risultato brucia ancora adesso.

“Lucca è una squadra organizzata – commenta il presidente Lorenzo Brunetto – che sa quello che deve fare; noi un po’ meno. Sono un po’ rammaricato perché una sconfitta ci stava, ma 16 punti tra noi e loro sono forse un po’ troppi. Questo pubblico e queste ragazze non si meritavano di perdere così di larga misura. Ora dobbiamo pensare al futuro – conclude – abbiamo ancora a disposizione diverse partite per dimostrare di essere in grado di vincerle, ma la squadra deve cambiare mentalità. Mi auguro di vedere dei miglioramenti”.
Lucca impone il proprio dominio sin da subito, e la Virtus è costretta all’inseguimento già dai primi minuti. Il primo quarto si chiude con Gesam sopra di tre punti, per 12 a 15.

Si ritorna sul parquet per affrontare la seconda fase di gioco, ma si incrementa il vantaggio delle avversarie. A quattro minuti dal termine Lucca è infatti avanti di 11 lunghezze. Le padrone di casa incassano poi 5 punti consecutivi, grazie al canestro di Favento e a una tripla di Contestabile, ma le toscane rispondono con gli otto punti firmati da Crippa e Dotto e chiudono il secondo parziale sopra di 9. Prima della pausa lunga il tabellone segna infatti 25 a 34.
Al ritorno dagli spogliatoi la squadra di Barbiero ci prova ad accorciare il divario con Lucca, ma a ogni canestro della Virtus, la risposta delle biancorosse è immediata. Uscite inoltre per cinque falli personali sia Malone (33’) che Striulli (37’). Le spezzine escono così sconfitte anche dalla terza fase di gioco, per 41 a 55.
Importanti le triple di Templari finalizzate nell’ultimo quarto, ma Lucca ha in mano la partita, e a questo punto per ribaltare il risultato ci vorrebbe un miracolo. Al suono della sirena il tabellone segna 62 a 78 in favore della squadra di coach Diamanti.

“Questa partite sono belle da giocare perché ti danno la possibilità di misurarti con una realtà dell’alta classifica – interviene il coach Loris Barbiero – Noi abbiamo iniziato a prepararci il 22 agosto e da quel giorno ci siamo allenati per riuscire a fare un buon campionato. La sconfitta di oggi ci dimostra che non siamo ancora pronti per confrontarci con partite di questa misura, ma l’ottimismo c’è sempre. Alla fine di ogni test – conclude – è importante verificare se ci sono stati dei miglioramenti; purtroppo noi facciamo spesso gli stessi errori, quindi è evidente che ci sia qualcosa che non va, e che dobbiamo sistemare”.

La Virtus Carispezia Termo si trova ora al sesto posto in classifica, insieme a Cus Cagliari, ferma a quota 8 punti. Domenica la squadra sarà impegnata sul parquet di Mestre, dove ad attendere le spezzine ci sarà l’Umana Venezia.
 

Più informazioni su