laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Danilo Caluri nell’assemblea di settore DNB e DNC

Più informazioni su

Ruolo importante all'interno della Lega per il Presidente della Tarros

LA SPEZIA – Un questionario che permetta di comprendere i rapporti tra le società e la Lega Nazionale Pallacanestro e che presto potrebbe essere sottoposto a tutti i team: è questa la prima proposta dell'Assemblea di settore DNB e DNC recepita dal Direttivo della LNP.

Dell'Assemblea, organo molto ristretto i cui membri sono stati scelti lo scorso 28 settembre, fa parte anche il Presidente dello Spezia Basket Club Tarros Danilo Caluri, che è uno dei 6 rappresentati per la DNC. Insieme a lui, per la categoria, ci sono Vaghi (Saronno), Cardelli (Monsummano), Consolazio (Benevento) Degrada (Calolziocorte), Silimbani (Bertinoro); per la DNB, invece, Taiana (Castellanza), Maiorana (Spilimbergo), Ponzelletti (S. Giorgio), Sesoldi (Empoli), Picchi (Tortona) e Quinto (Bisceglie). Sono solo 12, pertanto, i membri di un'Assemblea che svolge un ruolo importante all'interno della Lega, facendosi portavoce delle necessità e dei problemi delle società. Come da statuto, infatti, ha tra i propri compiti quelli di definire proposte operative finalizzate al miglioramento delle attività delle società e proposte di regole di funzionamento dei campionati di appartenenza; deliberare in merito alla proposta di controlli amministrativi da attuare nei campionati di riferimento; proporre iniziative commerciali e promozionali. Un importante organo di raccordo, quindi, i cui membri sono scelti per esperienza e passione. Per questo è motivo di grande orgoglio la scelta di Presidente Caluri che può rappresentare in prima persona le necessità della Tarros, ma anche il sentore di tutto il settore cestistico spezzino. Una scelta, quella del Presidente bianconero, che è il riconoscimento al suo trentennale impegno all'interno della società e ad una vita in cui il basket ha sempre avuto un ruolo di primo piano.

"Sono molto felice" – afferma il deus ex machina della società di Via Parma – "che sia stato fatto il mio nome. Spero di ricoprire al meglio un ruolo che, non lo nascondo, per me è motivo di grande orgoglio. È una bella responsabilità ed un compito che spero di adempiere al meglio".

Più informazioni su