laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Pellegrinaggio al santuario della Madonna dell’Arena a San Terenzo

Più informazioni su

Notizie della Diocesi

LA SPEZIA – Una folla di quasi trecento persone ha partecipato ieri mattina (7 dicembre) al pellegrinaggio mensile diocesano al santuario della Madonna dell’Arena, a San Terenzo. Il vescovo Luigi Ernesto Palletti ha richiamato l’attenzione sulla frase evangelica: “Gesù andava per i villaggi guarendo i malati”. Purtroppo non ce ne accorgiamo, ma «i malati siamo noi». E per incontrare davvero Gesù, «dobbiamo riconoscerci fragili e malati, ed essere disponibili ad accogliere la grazia di Dio». Così, non saremo «malati disperati, ma, mettendo tutto nelle mani di Maria, pieni di speranza e quindi in grado di fare delle richieste. E ora è urgente chiedere – ripetendo le parole che Gesù stesso ci ha donato – operai per la messe del Padre».
Il vescovo ha esortato a «dare valore alla verità, che dà un’identità e la direzione giusta nel cammino, che è da percorrere sempre sui passi di Gesù. La verità non è un’affermazione di principio, ma il Signore Gesù, che si è incarnato per noi». A noi spetta accogliere la Sua persona, riconoscere la sua presenza. Così, «accogliamo la vita che proviene da Dio e davanti alla quale non c’è morte né malattia». Specialmente nel periodo di Avvento, «bisogna ascoltare il Vangelo “da piccoli”, che non significa “da sciocchi”, ma nella disponibilità dell’accoglienza, non per criticare, ma per lasciare che esso illumini la vita concreta di ogni persona e ogni comunità, nella certezza che in Lui tutto si è compiuto sulla croce. Gesù non è venuto accanto all’umanità, ma vuole che l’incontro con Lui lo facciamo dentro ognuno di noi».
 
Visite prenatalizie del Vescovo
Da domani 9 dicembre il vescovo monsignor Palletti inizia un intenso ciclo di incontri e di visite prenatalizie. Le prime ad essere visitate saranno le aziende della piana di Ceparana, alcune delle quali colpite in modo serio dalla crisi: Ferronavi Tombini, Ifen, Schiffini, Sineco. Nel pomeriggio invece sarà la volta della piana di Santo Stefano Magra: Sitep e Contrepair. Ma a Ceparana Palletti andrà anche … a scuola, benedicendo i locali della scuola media e fermandosi con ragazzi e ragazze dell’istituto. Martedì  10 dicembre alle 10 dirà Messa all’aeroporto di Cadimare nella festa della Madonna di Loreto. Mercoledì 11 dicembre alle 9.30, a Sarzana, celebrerà Messa in seminario per i volontari e le volontarie della biblioteca “Niccolò V”, e nel pomeriggio sarà a Brugnato con le scuole e con le altre realtà colpite dall’alluvione di due anni fa. Giovedì il vescovo visiterà a Spezia Termomeccanica e Scuola dei trasporti, venerdì i Carabinieri, la Camera di commercio, gli uffici finanziari e il Comune. Domenica prossima, infine, celebrerà Messa alle 12 a Spezia per l’associazione Alpini, alle 16 a Luni per le associazioni caritative e di volontariato ed alle 21 sarà al concerto natalizio in Santa Maria Assunta.
 
Scuola genitori
Era gremita oltre ogni aspettativa la sala dell’oratorio della parrocchia di San Pietro a Mazzetta, popoloso quartiere di Spezia, per l’inizio del terzo anno della «Scuola per genitori», un evento atteso con interesse in città e in provincia. Ad ascoltare Paolo Crepet, il noto medico–ricercatore, opinionista televisivo e della carta stampata, che già aveva inaugurato la scuola tre anni fa contribuendo al suo successo, c’erano oltre quattrocento persone. Crepet ha parlato per due ore, tenendo avvinto l’uditorio col suo linguaggio chiaro e brillante. Sul tema “l’amore che educa”, il relatore ha ribadito un pensiero per lui fondamentale: i genitori devono essere autorevoli, vere guide con atteggiamento deciso, dal momento che, se sono troppo accondiscendenti, diventano responsabili degli errori dei figli. Più che dare delle regole da seguire, ha voluto richiamare l’attenzione sui comportamenti, affinché ognuno possa vedere se c’è qualcosa da cambiare, confrontandosi con  il pensiero di operatori esperti e di altri genitori ed educatori. Sul tema specifico del ruolo del padre e della madre nell’educazione, Crepet ha detto che più della differenza dei compiti è importante fare squadra, presentandosi ai figli con una posizione univoca, da decidere insieme anche quando non tutte le idee sono condivise. Altrimenti nella mente dei figli si crea confusione ed essi non saranno aiutati nella strada da scegliere. Crepet, con un esempio, ha poi lanciato un messaggio importante: “Non sono io il parroco, il vostro parroco è don Sergio, ma anch’io dico che se nell’educazione non si tengono presenti i valori etici e morali i risultati sono negativi”. Il secondo incontro della scuola si terrà venerdì prossimo alle 20.45. Relatrice sarà Graziella Baracchini Muratorio, spezzina di origine ma operante a Pisa, dove ha diretto il servizio di Neuropsichiatria infantile degli «Spedali Santa Chiara» ed è stata docente all’Università. Parlerà sul tema ”Non ho paura a dirti di no: la fermezza educativa per il rispetto delle regole”.
 
Presepi al Museo diocesano
Grande successo anche quest’anno stanno avendo le iniziative sul presepe al Museo diocesano di via del Prione 156, alla Spezia. Si registrano già oltre seicento iscritti dalle scuole di città e provincia. Dalla scuola elementare di Ceparana partecipa una decina di classi: i presepi realizzati dai bambini verranno esposti in una mostra che sarà allestita nei prossimi giorni al castello di Ceparana. Anche la redazione del “TG dei ragazzi” di Tele Liguria Sud si è interessata ai laboratori che stanno realizzando i presepi presso il Museo, con interviste alla responsabile Vicky Porfido ed ai ragazzi presenti. Gli insegnanti stanno manifestando molto interesse anche verso le altre iniziative del Museo. Alcuni percorsi aggiuntivi sono derivati dall’arrivo di opere a tempera su tavola dalla parrocchia di Riomaggiore.
 
Azione cattolica
Concluse le assemblee nelle parrocchie, domenica prossima 15 dicembre l’Azione cattolica si riunisce alla Spezia per la quindicesima assemblea diocesana elettiva. Saranno discussi i progetti e i programmi per il prossimo triennio e si voterà per eleggere il nuovo consiglio, che a sua volta proporrà al vescovo una terna di nomi per la nomina del presidente. L’appuntamento è alle 9.30 per la Messa nella cripta di Cristo Re. I lavori proseguono poi nella sala di Tele Liguria Sud. Alle 10 ci sarà l’intervento del vescovo, cui seguono alle 11.15 un confronto sul lavoro svolto nel triennio e sul documento assembleare, e, a seguire, la presentazione del Mese della Pace (gennaio 2014). Dopo il pranzo in oratorio, alle 14.30 “Parole note”, a cura delle associazioni parrocchiali, mentre alle 16.30 viene presentato il “Laboratorio associativo”. Alle 17, preghiera finale e proclamazione degli eletti. All’assemblea sono invitati gli aderenti, i simpatizzanti e quanti desiderano conoscere meglio l’Azione cattolica.

Le dimissioni  di un Papa
Come guardare alle dimissioni di un Papa? Esse vanno lette nell’orizzonte del Vaticano II, iniziato proprio cinquant’anni fa. La rinuncia di Benedetto XVI si comprende proprio alla luce della novità del Concilio nella vita della Chiesa. E’ la tesi dell’ultimo libro di monsignor Gilfredo Marengo, sacerdote diocesano che da molti anni è a Roma, come docente al Pontificio Istituto “Giovanni Paolo II” e componente del Centro di ricerche sul Concilio all’Università Lateranense.Il volume è pubblicato dall’editrice Cittadella, vicina alla Pro Civitate Christiana.

Mostra Ortis
Si è aperta ieri sera (7 DICEMBRE) al centro culturale «Del Santo» dell’Unione cattolica artisti italiani, in via Don Minzoni 62 alla Spezia, una personale di Franco Ortis, artista spezzino tra i più noti, a lungo insegnante e collaboratore di Tele Liguria Sud. La mostra, «Ego–Tuquoque», è dedicata alla figlia Donatella, scomparsa da alcuni anni, e ricorda un episodio della guerra. Sarà aperta nei giorni feriali, dalle 17 alle 19, sino al 19 dicembre.
 
Si accende oggi il presepe di Manarola
Tra i segni di speranza di un Natale comunque difficile per tante persone c’è di sicuro il grande presepe di Manarola, che occupa da tanti anni, con oltre quindicimila lampadine, un’intera collina affacciata sul mare delle Cinque Terre. Il presepe verrà acceso oggi a prima sera, alle 16.30, alla presenza delle autorità e di tante gente. Mario Andreoli, il suo ideatore, lo ha curato per l’ennesima volta anche quest’anno, nonostante l’età avanzata e qualche acciacco. L’iniziativa, che prosegue sino a febbraio, è supportata dal Parco nazionale, ma è frutto dell’impegno personale di Andreoli e dei collaboratori. La benedizione sarà impartita dal parroco e vicario foraneo don Carlo Brizzi. Un gemellaggio speciale è stato realizzato con le comunità della Sardegna colpite dall’alluvione.
 
Studio teologico, il nuovo anno
Mercoledì scorso, allo Studio teologico di Camaiore, frequentato anche dai seminaristi della Spezia – Sarzana – Brugnato, c’è stata l’inaugurazione dell’anno accademico con due lezioni di Armando Matteo, docente di teologia all’università Urbaniana di Roma. Matteo ha parlato sulla “Fede come fatto non scontato delle donne e degli uomini di oggi”. Lo hanno introdotto l’arcivescovo di Pisa Giovanni Paolo Benotto, moderatore dello Studio, e il preside Enrico Nuti, vicario generale alla Spezia.

Pontificale dell’Immacolata
Oggi 8 dicembre, solennità dell’Immacolata, la tradizione spezzina vuole che il vescovo celebri il Pontificale nella chiesa abbaziale di Santa Maria Assunta alla Spezia, in piazza Beverini. La celebrazione inizia alle 10.

Venticinque anni di parrocchia
Venticinque anni fa, nell’autunno 1988, pochi mesi dopo essere stato ordinato sacerdote, don Paolo Cabano entrava come nuovo parroco a Santo Stefano Magra. L’anniversario viene ricordato stamani (8 dicebre), alle 11, con una Messa solenne di ringraziamento presente la confraternita e le due corali parrocchiali, quella degli adulti e quella dei più giovani. Ieri sera i parrocchiani si sono ritrovati col loro parroco, oggi monsignore, per una simpatica cena insieme.” Ad multos annos !”.

Più informazioni su