laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

‘La Cornice: I volti della città 2014’, presentazione del calendaio

Più informazioni su

LA SPEZIA – Giovedì 12 Dicembre alle ore 17,30 l’Istituzione per i Servizi Culturali del Comune della Spezia, con il contributo dell’Associazione Culturale – Casa Editrice L’aquilone e lo Studio legale Oriana, presentano la decima edizione del calendario “I volti della città” curato da Elisabetta Cantelli, referente dell’Archivio della Fotografia – Istituzione per i Servizi Culturali e prodotto dalla Publisystem.

Mantenendo intatta la formula editoriale degli anni precedenti, il calendario si propone di richiamare l’attenzione sul senso di appartenenza alla comunità locale attraverso dodici personaggi spezzini d’origine o d’adozione che hanno lasciato una traccia incisiva nella memoria. L’iniziativa si è avvalsa della collaborazione dei loro familiari che hanno messo a disposizione immagini, ricordi, informazioni, partecipando alla redazione dei testi.

In questo contesto trovano posto: il pittore Pietro Rosa, il palombaro Arturo Pardi,, il fotografo Sergio Fregoso, Nicola Peroni imprenditore dei primi del Novecento nel trasporto pubblico, Bianca Paganini Mori, testimone della tragica esperienza nei campi di sterminio, Giuseppe Oriana Ammiraglio di Squadra e Senatore della Repubblica, Maria Maddalena Rossi donna della Costituente e Sindaco di Porto Venere, Giuseppe Zavaroni, il cui sacrificio unito a quello degli altri deportati richiama una delle più gravi tragedie della nostra storia, la scrittrice Orsola Nemi, la professoressa del Liceo Classico Giuliana Neri, il poeta Giovanni Giudici, il jazzista Tiberio Nicola.

Partecipano alla presentazione dodici studenti delle Scuole superiori, coordinati da Davide Faggiani dell’Associazione Culturale “Gli Scarti” che evocheranno i personaggi in forma di lettura drammatizzata attraverso stralci di lettere, articoli, interviste, poesie, brani di testo o musicali e l’Original Sprugolean Jazz Band”, che si esibirà in alcuni pezzi del loro repertorio.

A ricordo dell'iniziativa saremo lieti di mettere a disposizione i calendari, offrendone copia gratuita a coloro che hanno partecipato alla realizzazione.

Più informazioni su