laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Cittadini Partecipi e Solidali: “Torenco danni e beffe, il dissesto territorio è un problema irrisolto a Follo”

Più informazioni su

FOLLO – Continuano gli incontri con la cittadinanza follese. Abbiamo voluto dedicare particolare attenzione alla frazione di Torenco, dove 4 anni si è verificata una terribile frana, che ha danneggiato molte abitazione e condizionato enormemente la vivibilità del borgo.

Molti lavori sono stati svolti. Grazie al finanziamento regionale, in parte speso per mettere in sicurezza il territorio, in parte dato ai cittadini come contributo (circa il 30%) per le spese sostenute per ripristinare i danni alle abitazioni. Tuttavia la situazione testimoniata dalla cittadinanza è decisamente negativa.

Da circa 3 anni totalmente assenti sono i controlli ed i monitoraggi, nessuna misurazione del livello di falda mediante i pieziometri installati, uno di questi risulterebbe danneggiato durante i lavori ed inutilizzabile, così come risulterebbero assenti i rilevamenti geologici del versante.

Le parole e le ansie dei cittadini sono surrogate dalla realtà che abbiamo potuto rilevare: dalle piane interessate dai lavori movimenti del terreno probabilmente dovuti ad una mancata regimazione delle acque provenienti dalla strada e dal parcheggio.

Le piane, un tempo coltivate, attualmente si presentano come una discarica dei detriti e di terre che non sono stati portati via ma depositate in loco, creando un evidente problema in caso di forti piogge.

Emerge quindi l’ennesimo elemento di assenza di programmazione dell’amministrazione Cozzani, limitatasi a gestire una somma urgenza, peraltro con un risultato completamente accettabile. I lavori eseguito rappresentano soltanto una parte.

Come Cittadini Partecipi e Solidali chiediamo che l’amministrazione si attivi al più presto per verificare questi elementi di oggettiva preoccupazione da parte della cittadinanza. Occorre inoltre che venga effettuato un monitoraggio costante, per questo invitiamo l’amministrazione a sollecitare un sopralluogo degli organi regionali competenti.

Più informazioni su