laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Ritorna il Trofeo Shorin della UISP-ADO La Spezia

Più informazioni su

LA SPEZIA – Dopo alcuni anni di assenza per impegni federali, la società SHORIN KARATE SP diretta dal maestro Luigi Viani, è tornata ad organizzare, in collaborazione con l’AREA DISCIPLINE ORIENTALI della UISP presieduta dal maestro Giuseppe Morelli, la rassegna di karate denominata “Coppa Shorin”.
Una manifestazione senza troppa valenza competitiva o agonistica, con lo scopo di confronto e di aggregazione tra i ragazzi con il fine di premiare tutte le società ed i loro atleti per l’impegno e il lavoro svolto in palestra con interesse ed impegno. Questa manifestazione dedicata ai bambini dai 5/6 ai 12 anni  per augurare il ‘buon Natale’  anche questa volta è stato un grande successo per i piccoli atleti e per i loro genitori e nonni.

Al palazzetto dello sport “Giorgio Mariotti” della Spezia, con una buona affluenza di pubbli¬co si sono riunite alcune società sportive del circuito UISP-ADO per disputare la rassegna natalizia di karate inserita nell’attività giovanile promozionale che solo la UISP svolge nella nostra provincia avendo come missione LO SPORT PER TUTTI, appunto come recita il logo della UISP.

Sui tatami allestito per l’occasione nella palestra grande del palasport, prima del confronto dei giovani partecipanti dai 5/6 ai 12 anni della provincia, aderenti al circuito marziale UISP, si sono esibiti gli atleti più grandi, fiore all’occhiello della società SHORIN.
Questi atleti reduci da ottimi risultati al Campionato del mondo della WTKA, che si è svolto all’inizio di Novembre e alla Coppa Italia della UKSI di Modena, come abbiamo già descritto nelle cronache precedenti, hanno dimostrato ai piccoli che con l’impegno, l’interesse e l’allenamento costante si può arrivare a dei livelli notevoli in questo bellissimo sport.

Ha aperto la manifestazione la Campionessa Francesca Deplano con un superbo Kata ‘UNSU’ dello stile Shito Ryu, con il quale ha vinto la coppa Italia della UKSI dimostrando capacità, padronanza, stile e sicurezza.
A seguire la Prova di Stefano VIANI con una bellissima forma libera di sua composizione che ha strappato applausi a non finire, quindi la squadra campione dello Shorin che ha messo in evidenza un bellissimo EMPI a squadre con l’applicazione ‘BUNKAI’ che ha fatto capire anche ai genitori e parenti il significato del Kata.

Il KATA Infatti, non è altro che la sequenza di attacchi, parate e difese eseguite a vuoto ma che hanno come significato la difesa contro avversari, con l’applicazione di quelle tecniche presenti nella forma, che variano a seconda del livello di difficoltà presenti nella kata in esecuzione.

Alla fine di questa piccola dimostrazione è iniziata la competizione dei bambini che erano divisi in Pool di tre elementi in modo da far salire tutti sul podio, per le premiazioni finali.
I bimbi si sono confrontati nella prova del kata individuale e nella prova del combattimento al palloncino, dove i piccoli atleti si fronteggiavano portando le tecniche di pugno e di calcio sul bersaglio (il palloncino), dimostrando così le loro capacità di padronanza della tecnica, precisione ed equilibrio.
Il punteggio di questa ultima prova veniva assegnato dagli arbitri mediante bandierine che decretavano il vincitore del confronto. 

Soddisfazione per il presidente ADO della provincia della Spezia maestro Giuseppe Morelli presente e attivo e come sempre impegnato nell’organizzazione, nell’arbitraggio e nella premiazione degli atleti.
“Un particolare ringraziamento – afferma Morelli – va agli insegnanti tecnici delle società per l’impegno profuso a seguire i propri ragazzi in gara ed a turno ad arbitrare le varie fasi della competizione”.

Più informazioni su