laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

OTO Melara dipinge: espone l’artista Alberto Carmè

Più informazioni su

LA SPEZIA – Pittore paesaggista, ha iniziato giovanissimo a disegnare e a dipingere ma solo dopo aver terminato gli studi tecnici, parallelamente al suo lavoro di progettista in OTO Melara, ha avuto veramente inizio la sua attività artistica: è Alberto Carmè, il nostro collega arrivato terzo nella grande esposizione al Centro Allende di settembre scorso e che, dopo le mostre personali di Stefano Benetti e di Massimiliano Massei, potrà esporre le sue opere all’Urban Center di Spezia, il locale adiacente lo storico teatro civico spezzino che oramai accoglie calorosamente gli artisti di OTO Melara.

Anche Carmè adesso ha la possibilità di farci vivere delle autentiche emozioni con le sue raffigurazioni dei paesaggi tipici delle Cinque Terre. La sua mostra, organizzata come di consueto dal Gruppo Seniores di Spezia e dall’A.N.L.A. provinciale, è stata inaugurata lo scorso 14 dicembre e prosegue fino al 21 dicembre dalle 9:30 alle 12:00 e dalle 17:00 alle 19:00.

Nella pittura di Carmè, per la maggior parte realizzata attraverso le tecniche dell’acquerello, dell’olio e del pastello è evidente l’amore per la sua terra e per il mare: Giuseppe Luigi Coluccia, in una testimonianza, dice lui stesso di aver osservato “la bellezza del paesaggio”, che poi svela il mondo del pittore e la sua natura.
Alberto dal 1978 ad oggi ha partecipato a svariate mostre collettive, personali e ad oltre 100 estemporanee. Le sue opere, che si trovano in collezioni private sia in Italia che all’estero, hanno ottenuto giudizi meritevoli in vari concorsi come La Castagna d’Argento “Concorso Internazionale”  del Circolo Fantoni, il Concorso Antonio Taddei ed il Concorso “Lions Club” al Jolly Hotel. Attualmente fa parte dell’Associazione culturale San Martino di Follo, che dà vita ad una rivisitazione della pittura “En plein Air”.

Valerio Cremolini ha testimoniato la sensibilità e la creatività del nostro artista, ormai di lunga carriera artistica, spiegando quanto “il pittore lega al colore, declinato nelle varie tonalità, l’impianto delle composizioni, in gran parte dedicate a ben riconoscibili vedute del nostro territorio” e “allora, per Carmè, è sempre un’occasione speciale ricercare e dipingere ariose vedute di mare o di terra, suggestivi angoli di frequente località e nostalgici scorci dalla percepibile accentuazione poetica”.

Anche noi, come Trento Longaretti, auguriamo “ogni soddisfazione a questo artista, in premio della sua passione; l’amore per la pittura che non tramonta mai, anche se oggi è troppo dimenticata. Auguri di buon lavoro e successi meritati!”.

Più informazioni su