laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

ATC Mobilità e Parcheggi: un bilancio senza ombre

Più informazioni su

Salvatore Avena Presidente e Ad, Marco Salerno Direttore Generale

LA SPEZIA – «Prendiamo spunto da alcuni articoli apparsi recentemente sulla stampa per fare definitivamente chiarezza sui numeri relativi al parcheggio della stazione, non essendo la prima volta che vengono diffusi valori non corrispondenti dalla realtà ed ai bilanci che sono anche pubblici.
Il costo dell’opera è stato di 9 milioni contro gli 8 milioni (non 5,5 come apparso) preventivati, con una crescita del 12% rispetto al previsto.

Considerato che il progetto del Comune era stato elaborato nel 2004 a prezzi 2003 (MP in quel periodo non esisteva ancora) e che i lavori hanno avuto inizio nel 2009 e sono terminati nel 2011 l’incremento di costi è stato inferiore comunque ai valori medi inflazione.
I lavori sono stati in massima parte finanziati con un mutuo ed un prestito regionale le cui rate sono pagate semestralmente con i proventi del parcheggio stesso e, in minima parte, dalla sosta come prevedono le normative vigenti.

In sostanza Mp utilizza i proventi per finanziare un’opera pubblica, esattamente come è stato fatto per il parcheggio Centrospedale e per il parcheggio del Felettino.
Attualmente sono in corso di ultimazione i lavori nella piazza della stazione che comprendono la copertura delle uscite del parcheggio, la realizzazione della fermata bus coperta, il rifacimento dell’illuminazione del piazzale e ulteriori opere di arredo urbano interamente autofinanziata.
Il parcheggio ha ricevuto numerosi attestati di qualità, tra cui il premio EPA che viene dato dall’associazione europea dei gestori ai migliori parcheggi europei (in Italia meno di 10 parcheggi sono stati insigniti della targa).
Per quanto riguarda il peso di MP sui bilanci comunali si precisa che annualmente MP versa nelle casse del Comune tra 1,2 ad 1,4 milioni di Euro ai quali vanno aggiunti ulteriori  importi relativi alle sanzioni . Valori complessivi ben evidenziati nel bilancio dell’Ente.

Per quanto riguarda la situazione economica e finanziaria, MP è una delle aziende pubbliche e private più solide della provincia, ha sempre avuto bilanci positivi ed è stata recentemente oggetto di verifica da parte delle agenzie di rating (ci teniamo a dire che il controllo è stato commissionato e pagato da istituti bancari e non da MP) che hanno scritto che la situazione dell’azienda è migliore del 98% delle aziende pubbliche e private del settore, che i pagamenti avvengono con regolarità e che la situazione finanziaria risulta ottima (ovviamente siamo ben lieti di fornire ulteriori informazioni alla stampa, se interessata).
Questa situazione peraltro è confermata dalla capacità dell’azienda di acquisire prestiti bancari anche in questo periodo di stretta finanziaria.

Pertanto respingiamo ogni affermazione sulla precaria situazione finanziaria in quanto assolutamente priva di fondamento, notizia che riteniamo assolutamente pericolosa che rischia di provocare danni di immagine alla società.
Sottolineiamo inoltre che la politica della sosta è esclusivamente di competenza dell’Amministrazione Comunale a cui da un lato diamo il merito di aver recuperato integralmente i posti auto perduti a seguito dei lavori di Piazza Europa e Piazza Verdi dall’altro siamo costretti ad evidenziare che nella risistemazione della sono stati realizzati alcune decine di posti residenti in più e alcune decine di posti blu in meno.

Il compito di Mp quindi è solo quello di gestire al meglio il servizio, ed in quest’ottica oltre alle realizzazioni sopra citate che abbiamo acquisito assieme al Comune il parcheggio del Mirabello mettendolo gratuito in questi mesi, abbiamo abbassato le tariffe del Centrostazione,  abbiamo abbassato le tariffe del parcheggio in area portuale, abbiamo introdotto i nuovi pass che consentono di non pagare per il cambio targa e per il cambio di residenza eliminando quindi questi costi per i cittadini.

Attualmente stiamo concludendo un accordo per riaprire il parcheggio sotterraneo di Piazzale Kennedy che è stato giudicato dai gestori privati economicamente poco conveniente e quindi chiuso. Il nostro scopo è anche quello di intervenire in strutture poco convenienti dove i privati non vogliono operare ma utili per i cittadini e per i quartieri.
Restiamo a disposizione come sempre per fornire valori importi e dati se richiesti nella più totale trasparenza come richiesto dalle norme di legge e dai regolamenti comunali.»

Più informazioni su