laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Splendida vittoria del Carispezia a Viareggio

Più informazioni su

A.S. VIAREGGIO – CARISPEZIA HOCKEY SARZANA 2 – 6  (0 – 3)

A.S. VIAREGGIO: Bandieri (Torre), Polacci, Palagi, Cinquini, Muglia, Deinite, Brunelli (2) , Vecoli,  Ninci. Allenatore Andrea Facchini.

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA: Corona (Garofalo), Perroni, Squeo (3), Pistelli, Sterpini, Sturla, Dolce (1), Fioravanti (1), Borsi (1). Allenatore Alessandro Cupisti.

Arbitri: Sig. Eccelsi (NO) – Sig. Fronte (NO) ausiliario Sig. Capparelli (LU)

SARZANA – Non era assolutamente facile e nemmeno scontato; ora che abbiamo vinto è semplice parlare e sputare sentenze – il presidente Corona vuole mettere a fuoco le difficoltà di una trasferta per niente scontata – dopo la scorpacciata di reti contro il Correggio, questa vittoria porta il nome  di Alessandro Cupisti che ha saputo dare la giusta tensione ai suoi ragazzi, resettando la testa di ognuno e spiegando loro che quella di martedì per il Carispezia era una finale, era la partita che poteva dare una svolta alla stagione ma che serviva la maturità per vincerla contro una squadra che ha giocatori con qualità importanti di cui i tre punti in classifica non ne sono certamente lo specchio. Vorrei ancora ricordare – continua il Presidente –  che la squadra guidata da Andrea Facchini ha perso di una sola rete contro Bassano e Trissino in casa, ha sfiorato di fare risultato a Lodi  e in tutta la stagione non ha mai regalato nulla a nessuno. A questo punto del campionato abbiamo già conquistato di fatto la salvezza – conclude Corona – ora ci aspettano tre gare molto difficili Giovinazzo e Valdagno in casa e Prato in trasferta per chiudere il girone d’andata dove si delineerà la griglia della final-eight di Coppa Italia, è certo che l’obiettivo diventa il raggiungimento di questo prestigioso traguardo." “Sono molto contento del risultato –commenta il tecnico Alessandro Cupisti a fine partita– dovevamo vincere  e così è stato; i ragazzi hanno dato tutto. Il Viareggio non ci ha regalato nulla, noi siamo stati bravi a contenere i loro attacchi e a chiudere la partita.

Ma veniamo alla cronaca: Andrea Facchini schiera uno starting-five  con Cinquini insieme a capitan Polacci sulla linea difensiva, in attacco la coppia Deinite e Palagi con Bandieri a difesa della porta ed in panchina a disposizione Muglia, Vecoli, Brunelli, il giovane Ninci classe 1999, all’esordio in serie A1 e il secondo portiere Torre. Cupisti risponde con Corona tra i pali, Sterpini, Squeo, Borsi e Dolce. La partenza è rossonera e al primo affondo il Carispezia passa in vantaggio con Squeo che lascia partire un tiro dalla sinistra di Bandieri che batte l’estremo difensore viareggino. Toscani scossi che riprendono a mietere gioco e si rendono pericolosi con conclusioni dalla distanza che trovano sulla loro strada un Corona impeccabile. L’estremo difensore rossonero è fortunato quando all’ 8’,45” Cinquini colpisce la traversa con un tiro da fuori area.  Stesso copione sino al 14’,15” quando la squadra di Cupisti raddoppia, Dolce si presenta tutto solo davanti alla porta di Bandieri che para, ma l'attaccante riprende la sfera  e fa secco Bandieri per lo 0-2. La partita si anima e il Viareggio si fa più spavaldo e fioccano occasioni da una parte e dall’altra ma nulla di fatto sino al 20’,20” quando l’arbitro Eccelsi decreta un tiro di rigore per fallo di mazza alta in area, va all’esecuzione  Borsi che prima si fa parare la conclusione da Bandieri il quale si muove vistosamente in anticipo, l’arbitro ammonisce l’estremo difensore toscano e fa ripetere e al secondo tentativo Borsi insacca la rete del 3 a 0.  Rigore per il Viareggio  al 22’,10” per fallo su Polacci: tira lo stesso Polacci ma manda incredibilmente la sfera alta sopra la traversa con il risultato che rimane fissato sul  parziale di  3 a 0, punteggio con il quale due squadre vanno al riposo. Nella ripresa i padroni di casa hanno una reazione d’orgoglio, ma Simone Corona è impeccabile. Il portiere sarzanese si esalta in tre occasioni su altrettanti giocatori viareggini lanciati a rete in solitario Muglia, Deinite e Palagi nell’ordine. Il Sarzana si affida alle ripartenze e al 37’ trova la quarta rete con Squeo che lascia partire un gran tiro centrale che fulmina Bandieri. Al 41’,30” i rossoneri confezionano la più bella rete della partita con un’azione corale che vede Squeo servire Dolce il quale fornisce un perfetto assist a Fioravanti che è molto bravo a mettere in rete, 5 a 0 e partita di fatto chiusa. La squadra di casa reagisce con gli innesti dell’ ex Gionata Vecoli e di Brunelli i quali danno vivacità alla manovra. Al 45’,10” decimo fallo commesso dalla formazione sarzanese e tiro libero per la squadra Viareggina che Brunelli trasforma con abilità e freddezza. Al 47’,00  ancora Brunelli da dietro porta mette una palla sul primo palo che batte sul pattino di Borsi e si insacca alle spalle di Corona. Urlo strozzato in gola dalla sesta rete dei sarzanesi ancora con Squeo, tripletta per lui, che realizza un tiro di prima decretato dagli arbitri per il decimo fallo della formazione di casa; 6 a 2 il risultato finale con il suono della sirena che consegna la vittoria  alla squadra di Cupisti che ora vede ad un passo la conquista della prestigiosa final-eight di Coppa Italia un traguardo impensabile alla vigilia del campionato visto il girone d’ andata che il sorteggio aveva regalato ai rossoneri. 

A Sarzana c’è già “la febbre del sabato sera” per il prossimo incontro di Sabato 21 Dicembre alle 20,45 al Centro Polivalente di Sarzana contro il Giovinazzo dell’ ex Victor Bertran.

Nella foto Simone Corona e Maurizio Garofalo due degli ex della gara

Più informazioni su