laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Continua l’abbandono rifiuti via Arzelà nei pressi del Centro Commerciale La Fabbrica – E.Leclerc

Più informazioni su

SANTO STEFANO MAGRA – La Polizia Locale di Santo Stefano di Magra (SP) comandata dal Comandante Carlo Monticelli, continua incessantemente a reprimere illeciti sia penali si amministrativi legati all’abbandono di rifiuti. Infatti, nonostante l’abbondante informazione divulgata recentemente attraverso ogni canale mediatico, il fenomeno sembra non essersi placato. Per questo la Polizia Locale ha continuato nelle indagini per risalire ai responsabili dei molteplici illeciti sia di carattere amministrativo, se commessi da privato e sia di carattere penale, se commessi da Impresa o Ente. – Abbiamo ottenuto un ottimo risultato – riferisce Monticelli che continua – se si parla dal punto di vista investigativo. Altresì scarsissimo se invece affrontiamo il problema dal punto di vista etico e civico in una zona molto popolata, considerato che è adiacente ad un Centro Commerciale. Purtroppo i numeri precedono le mie parole: in poco più di quaranta giorni 2.400 € di sanzioni amministrative per relativi 15 illeciti commessi da privati (ogni sanzione è da 160 €). Un procedimento penale con responsabile già deferito all’Autorità Giudiziaria presso la Procura della Repubblica del Tribunale della Spezia ed altri due con indagini in atto. Purtroppo – conclude il Comandante – quando mostriamo foto e video ai responsabili, molti restano stupiti e tentano di “rifugiarsi” dietro ad una fantomatica privacy. In seno al deposito di rifiuti, il Garante per protezione dei dati personali è chiaro ed esplicito con deliberazione del 08 aprile 2010In applicazione dei richiamati principi di liceità, finalità e proporzionalità, l'utilizzo di sistemi di
videosorveglianza risulta lecito con riferimento alle attività di controllo volte ad accertare l'utilizzo abusivo di aree impiegate come discariche di materiali e di sostanze pericolose (…) Provvedimento in materia di videosorveglianza (GU n. 99 del 29-4-2010). Dall’Amministrazione del Comune di Santo Stefano di Magra:
 
Assessore all’Ambiente Angelo Zangani:
“Esprimo soddisfazione per l’attività svolta, ma anche amarezza in quanto l’abbandono di ingombranti vicino o meno ai cassonetti non trova alcuna giustificazione nel Comune di Santo Stefano Magra: è attivo infatti ormai da molto tempo sul territorio, in accordo col gestore, il servizio di raccolta degli ingombranti che in varie zone del territorio (i cosiddetti “punti ECOVAN” identificati con appositi cartelli), al sabato, consente ai cittadini di conferire gli ingombranti che dal mezzo vengono caricati e portati al centro di raccolta. In alternativa gli ingombranti possono essere ritirati a domicilio telefonando al Numero Verde di ACAM Ambiente e concordando con l’operatore un appuntamento. Quanto sopra per sollecitare tutti i cittadini ad una collaborazione quanto mai necessaria al buon esito dell’azione intrapresa al fine di una più attenta tutela del territorio.”
 
Assessore alla Polizia Locale Avv. Paola Lazzoni:
“Nel corso del 2013 la Polizia Municipale ha svolto un’ottima attività di controllo e di repressione degli illeciti connessi all’abbandono di rifiuti. L’identificazione di 15 trasgressori nell’arco di quaranta giorni è un dato importante che deve indurre una seria riflessione. Ritengo, infatti, che l’intensità del fenomeno denoti uno scarso senso civico e l’assenza diffusa di rispetto per un territorio, spesso da parte di chi non lo vive. È necessario continuare nell’attività di controllo alla quale invito anche i cittadini che, grazie alle loro segnalazioni, possono essere un valido ausilio.”

Più informazioni su