laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Uno scarpone italiano giusto e affidabile

Più informazioni su

Oltre il più esigente dei test con risultati al di là di ogni aspettativa. 

LA SPEZIA – Impegnata a diffondere in modo responsabile la pratica dell’alpinismo lento ed il “fatto in casa”, l’associazione Mangia Trekking, ritiene importante valorizzare la propria esperienza, fornendo  a tutti gli appassionati di trekking ed a coloro che si avvicinano a tale pratica, ogni informazione utile all’argomento. Così, consapevole che un adeguato scarpone è l’elemento principale per praticare con comfort e sicurezza la pratica dell’alpinismo lento, desidera portare all’attenzione i risultati di un lavoro appena concluso, relativamente alla scelta ed all’utilizzo della “giusta” calzatura.
Nell’agosto del 2012, attraverso autorevoli organi d’informazione, l’associazione diede notizia in anteprima a tutti gli amici appassionati di trekking, che nel mese precedente (12 -15 luglio 2012), alla Fiera OutDoor di Friedrichshafen in Germania, era stata presentata una nuova ed innovativa linea di calzatura dedicata all’attività escursionistica moderna. Il suo nome è “Transalpina gtx”, una calzatura che presentando  un insieme di nuove soluzioni tecniche di design, è entrata sul mercato nella  primavera del 2013. Tante le innovazioni, da una suola IMS3 a tripla densità Exoskeleton per realizzare un ammortizzatore efficace su tutto l’arco plantare, fino alla ricerca della perfezione anche nei particolari, tipo la minuteria a carrucola per gli allacci. Non era difficile comprendere che si trattava di una simbiosi tra architettura, ingegneria e sapiente manualità.

L’obiettivo dichiarato dall’azienda italiana costruttrice (AKU) era quello di realizzare una scarpa di grande comfort, leggera e traspirante, per trekking giornalieri non impegnativi e che fosse precisa e stabile su ogni tipo di terreno. Tra le sue prerogative, non vi era però quella di dover essere impiegabile e valida sulla neve. L’associazione Mangia Trekking incaricata di partecipare al collaudo di questa nuova calzatura, così particolare anche nella forma, incuriosita, ha voluto lavorare con discrezionalità, andando oltre quanto previsto dalle normali tabelle e procedure di test, giusto per verificare e misurare sul campo, sia i tempi che le condizioni di utilizzo che avrebbero saputo portare la calzatura  “alla perdita di qualcuna delle sue caratteristiche e/o funzioni”. Insomma dopo circa un migliaio di ore di test in ogni condizione di fondo e climatica, “Transalpina gtx” si e dimostrata uno scarpone di rilevante comfort, leggero, con un coefficiente di presa sul terreno (grip) importante, e soprattutto sorprendentemente valido nelle quattro stagioni, anche sulla neve.

Considerato così, anche il buonissimo rapporto qualità – prezzo, l’associazione Mangia Trekking esprime il proprio pieno gradimento verso questa calzatura che coniuga la buona tecnica e la preziosa artigianalità  della manifattura italiana.

Più informazioni su