laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Sindacati manifestano la propria contrarietà nei confronti di quanto dichiarato dal sindaco di Riomaggiore

Più informazioni su

LA SPEZIA – Le OO.SS. FP CGIL e CISL FP della Spezia intendono manifestare la propria contrarietà nei confronti di quanto dichiarato dal Sindaco del Comune di Riomaggiore, Franca Cantrigliani, secondo quanto riportato dall’articolo apparso sul Secolo XIX del 18/12/2013, riguardo a premi ed indennità assegnate ad alcuni dipendenti comunali, che sarebbero stati approvati dai Sindacati nonostante le pratiche fossero illegali.

Innanzitutto occorre precisare che se realmente ci fossero state irregolarità nell'adottare tali atti, sicuramente questi non sarebbero imputabili alla parte sindacale, bensì alla parte datoriale.

Occorre poi rammentare che l'articolo 4 del Contratto Nazionale di Lavoro del 01/04/1999, in merito alla costituzione del fondo per le politiche di sviluppo delle risorse umane e per la produttività, stabilisce che tali attribuzioni costituiscono materia non oggetto di contrattazione, bensì di esclusiva competenza dell’Amministrazione.
È evidente pertanto che la parte sindacale, nel partecipare al tavolo di contrattazione, ha il compito di verificare se la quantificazione delle risorse assegnate è conforme a quanto previsto dal CCNL, fermo restando però il fatto che la responsabilità della loro attribuzione è in capo a chi adotta i provvedimenti esecutivi.

Pertanto le affermazioni rilasciate alla stampa da parte del Sindaco di Riomaggiore ci sembrano fuori luogo e denigratorie nei confronti delle Organizzazioni Sindacali, le quali invece, in questo periodo delicato e difficile per il Comune di Riomaggiore,  si sono sempre comportate con correttezza e massima disponibilità, nonostante questa non fosse altrettanto ricambiata. Il signor Sindaco infatti, nonostante nostre ripetute richieste di incontri su varie problematiche, quasi mai si è degnato di incontraci e neppure di risponderci.

Vorremmo infine ricordare al signor Sindaco che è doveroso fare giustizia, ma senza cadere nel giustizialismo, calpestando l'etica e lo stato di diritto.

Più informazioni su