laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Chiappini (M5S): «Delusione per la prima riunione della Commissione Territorio e della Consulta per l’ambiente»

Più informazioni su

Valter Chiappini, Consigliere comunale, Capogruppo Movimento 5 Stelle Sarzana

SARZANA – Dopo sette mesi dall’insediamento della nuova amministrazione del Comune di sarzana e a due mesi dalla nostra richiesta di convocazione della Commissione Territorio e della Consulta per l’ambiente, siamo insoddisfatti per l’esito della 1° riunione della Commissione presieduta dal consigliere PD Daniele Castagna.

Al di là dell’esaudiente relazione sul percorso burocratico previsto dall’accordo di programma per il restyling delle spiagge e il restauro del quartiere di Marinella che l’amministrazione deve perseguire fatta dal Dirigente e segretario della commissione Arch. Mugnaini, è mancato qualsiasi tipo di documentazione, neppure sotto forma di bozza, nonostante si sappia già di precisi e concordati progetti che si rifanno al vecchio, e superato dai tempi e dalla crisi, Masterplan 2007 del “progetto Marinella”.

Unica cosa sicura è che ancora una volta, per procedere, sarà necessario andare a variazioni del vecchio piano urbanistico prima ancora di avviare la discussione per il nuovo, e la cosa già non ci soddisfa. Stona poi, ancora una volta, il fatto che su grandi temi e progetti non ci sia la volontà di presentare più alternative, ma solo un unico progetto affidato ai soliti noti mentre è assolutamente condivisibile la strada dei “concorsi di idee” così ben dimostrata efficace dal Comitato Sarzana che Botta! e richiesta a gran voce anche dai nostri giovani architetti quasi sempre esclusi dai “giri” blindati da lobbisti e politica.

Un lato positivo, se le promesse fatte sotto la nostra spinta verranno mantenute, sono l’impegno del Presidente Castagna di calendarizzare già da subito riunioni della Commissione corredate di documentazione e dell’ Assessore Baudone di convocare rapidamente la prima riunione della Consulta per l’Ambiente per avviare il percorso di discussione e trasparenza assicurato dal Sindaco in campagna elettorale, ma che con questi presupposti già comincia a scricchiolare.

Non deve sfuggire a nessuno, e chiediamo per questo l’aiuto e la spinta delle Associazioni presenti sul territorio, che i cittadini debbano essere informati e sentiti non a cose fatte o ad impegni già assunti, e quindi inderogabili e pilotati da interessi di singole categorie, ma devono essere partecipi delle decisioni sui punti che come M5S Sarzana abbiamo elencato nelle richieste di convocazione di Commissione e Consulta. Punti che vanno dalla revisione del fallito “Progetto Botta” al rilancio del “Progetto Marinella”, dal “Piano di zonizzazione acustica” al “PUC” (Piano Urbanistico Comunale) di cui è parte essenziale come il “Piano sosta” ed il “Piano della viabilità” che non dovranno rispondere, come accaduto in passato, ad interessi di lobbies e categorie singole, ma disegnare una città col suo comprensorio a misura di cittadino con una particolare attenzione ad una fruizione dei beni comuni pensata per i bambini, gli anziani, gli invalidi e i disabili.

Più informazioni su