laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Genova ricorda tutte le guerre

Più informazioni su

Il primo gennaio il Cardinale commenterà nella basilica dell'Annunziata il messaggio del Papa per la giornata mondiale della Pace

GENOVA – Si attendono almeno duemila persone mercoledì pomeriggio, all’incontro con il cardinale Bagnasco e alla marcia con cui verrà celebrata a Genova la giornata Mondiale della Pace: per dare forza al messaggio del Papa, cristiani e credenti di tutte le religioni, uomini e donne di buona volontà sfileranno insieme per le strade della città.
Di fronte allo scenario tragico delle guerre nel mondo e alla violenza che attraversa le grandi città, papa Francesco farà risuonare, nel messaggio che verrà proclamato il primo giorno del 2013, il messaggio che ha per tema “Fraternità, fondamento e via per la pace”.

Mercoledì mattina il Santo Padre ricorderà da piazza san Pietro che la violenza diffusa, il commercio di armi, la corruzione e persino l’inquinamento sono fenomeni collegati alla guerra: «alle guerre fatte di scontri armati – si legge nel suo messaggio – si aggiungono guerre meno visibili, ma non meno crudeli, che si combattono in campo economico e finanziario con mezzi altrettanto distruttivi di vite, di famiglie, di imprese». Da qui il forte appello del Papa ai responsabili delle violenze: «riscoprite in colui che oggi considerate solo un nemico da abbattere il vostro fratello e fermate la vostra mano! Rinunciate alla via delle armi e andate incontro all’altro con il dialogo, il perdono e la riconciliazione per ricostruire la giustizia, la fiducia e la speranza intorno a voi!».
Come ogni anno il primo gennaio la Comunità di Sant’Egidio vuole far giungere il suo sostegno al messaggio del Papa e alla sua sollecitudine per la pace nel mondo con manifestazioni e preghiere a Roma e in oltre 650 città di settantacinque Paesi.

A Genova l’appuntamento è mercoledì 1 gennaio 2013 alle 15,15 nella basilica dell’Annunziata, con testimonianze della Comunità di Sant’Egidio, e una riflessione del cardinale Angelo Bagnasco.
Alle 16,30 partirà la marcia per la pace da piazza della Nunziata per le vie del centro antico fino a piazza San Lorenzo.

Verranno ricordate tutte le terre che nel Nord e nel Sud del mondo attendono la fine della guerra e la fine del terrorismo, come la Siria e la repubblica Centrafricana. Ma sarà anche un’occasione per fermarsi di fronte alla violenza delle nostre città, figlia del vuoto e della solitudine.

Più informazioni su