laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

ANCE promuove il patto per la casa: svolta culturale e sinergie per rilanciare il settore

Più informazioni su

LA SPEZIA – Su iniziativa di ANCE della Spezia è stato presentato questa mattina alla stampa il Patto per la Casa: un vero e proprio protocollo, sottoscritto da associazioni dei proprietari, inquilini, operatori e ordini professionali (l’elenco completo è in calce all’articolo), nel quale è istituito un tavolo di coordinamento tra tutti gli attori per valorizzare il ruolo della casa come “elemento sociale e di rilancio dell’economia del nostro territorio”.

Il Patto parte da una proposta formulata dall’associazione dei costruttori nel novembre scorso, in occasione della prima giornata per la casa, l' "Home day” nazionale promosso da ANCE per chiedere al Governo e alle amministrazioni locali di attivare con la massima urgenza un’azione coordinata affinché la casa ritorni a svolgere il ruolo sociale ed economico che storicamente ha avuto nel Paese. Il Tavolo Provinciale per la casa sarà lo strumento per coordinare iniziative e creare condizioni che possano dare risposta ai fabbisogni sociali ed essere volano importante per la ripresa economica.

ANCE della Spezia intende sottoporre e promuovere il Patto per la casa anche a tutti i sindaci dei comuni della provincia, ai rappresentanti del mondo del credito e delle associazioni che hanno direttamente o indirettamente compiti e ruoli sul tema. Il presidente, Pierfrancesco Agnese, ha rilevato i punti indispensabili: mutui più accessibili, incentivi per la ristrutturazione, agevolazioni per gli affitti, bonus per l’efficienza energetica e un uovo piano di social housing. “Il tema della CASA è un argomento trasversale che coinvolge tutto il sistema paese, Governo, Parlamento, Regioni, sino a raggiungere le singole amministrazioni comunali- ha detto Agnese- è necessario fare sistema tra tutti i soggetti coinvolti: istituti di credito, liberi professionisti, proprietari, inquilini, amministratori d’immobili, mediatori immobiliari, per fare in modo che la CASA non sia considerata esclusivamente un mezzo per incrementare le entrate; un vero e proprio passaggio culturale.”

Secondo i dati forniti da ANCE, una domanda aggiuntiva di 10 milioni di euro investiti nelle costruzioni genera una ricaduta complessiva sull’intero sistema economico di 34 milioni di euro, di cui 10 milioni nelle costruzioni, 10 milioni nei settori direttamente e indirettamente collegati e 14 milioni nei settori attivati dal moltiplicatore della spesa delle famiglie. Sul piano occupazionale, l’incremento è di circa 170 unità di cui 100 nelle costruzioni e 70 nei settori collegati. Ottimistiche le previsioni dei diversi operatori di settore, a partire dagli agenti immobiliari: nel nostro territorio la crisi che ha investito il comparto immobiliare starebbe rientrando, lo dimostra il riassestamento dei prezzi di mercato; investire nel mattone sembrerebbe tornare a essere una scelta sicura e redditiva. D’altro canto, c’è l’allarme delle associazioni consumatori e degli inquilini: in provincia della Spezia da 187 sfratti per morosità del 2011 siamo passati a 198 nel 2012 e ai 289 del 2013.

Una situazione articolata, quindi, che ha bisogno di analisi certe e scelte lungimiranti, come ha sottolineato il Direttore di ANCE Paolo Faconti: ” Contrariamente a quello che accadde altrove, noi alla Spezia non abbiamo molto costruito invenduto; dobbiamo quindi privilegiare interventi sul patrimonio edilizio esistente. Il valore di questo Patto è indubbio: primo esempio nazionale che vede tutti questi attori assieme su proposte con una visione complessiva sul tema casa, da chi la progetta e chi ci vive.”

Il Patto è stato sottoscritto da ANCE LA SPEZIA, presenti Pier Francesco Agnese, Presidente e Paolo Faconti, Direttore; ADICONSUM, con il Presidente Giancarlo Federici; ADOC, Presidente Elisabetta Sommovigo; ANACI, Presidente Mario Ercolani; ASSOCIAZIONE PICCOLI PROPRIETARI APPC, Giuliano Cavana; COLLEGIO GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI, Stefano Gangrandi; CONFAPPI, Presidente Antonio Parmigiani; CONFEDILIZIA Presidente Renato Oldoini; FEDERCONSUMATORI, Presidente Marco Saravini; FIAIP, Presidente Matteo Montanari; FIMAA, Presidente Antonio Parmigiani; ORDINE ARCHITETTI, Presidente Massimiliano Alì; ORDINE REGIONALE GEOLOGI LIGURIA, Presidente Carlo Malgarotto; ORDINE INGEGNERI Presidente Paolo Caruana, SUNIA, Segretario Franco Bravo, UNIAT, sempre Elisabetta Sommovigo e UPPI, Presidente Norberto Maggiani.

Marco Ursano

Più informazioni su