laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Mister Bjelica: “Bravi a vincere nonostante le difficoltà, ma piedi per terra”

Più informazioni su

Devo complimentarmi con i miei giocatori, perché non era facile andare a cogliere una vittoria in extremis e con un uomo in meno.

Cerca di frenare i facili entusiasmi Nenad Bjelica, nel dopo gara di Pescara, per evitare che la squadra perda quelle caratteristiche di umiltà che ne stanno caratterizzando il percorso: “La striscia positiva che stiamo ottenendo, non può e non deve cambiare i nostri programmi e le nostre ambizioni – precisa il mister al sito Ufficiale – perché è necessario continuare nel percorso di crescita ed è importante proseguire lungo la strada che abbiamo imboccato, facendo sempre meglio partita dopo partita“.

Non vuole cali di concentrazione, ma soprattutto non vuole che sulla squadra aumenti la pressione ora che la vetta è vicina.

Ma fa comunque i complimenti alla squadra: “Devo complimentarmi con i miei giocatori, perché non era facile andare a cogliere una vittoria in extremis e con un uomo in meno, sono anche contento che in trasferta le cose stiano migliorando, perché nelle prime uscite non siamo stati molto fortunati ed abbiamo avuto diversi problemi, mentre oggi, pur avendo tanti infortunati, abbiamo raccolto tre punti davvero importanti“.

Bjelica coglie ancora l’occasione per sottolineare i valori tecnici e morali della sua squadra: “Ho a disposizione un gruppo valido ed ambizioso che lavora sempre con grande abnegazione e oggi ha saputo sacrificarsi, anche quando il Pescara è cresciuto e ci ha messo in difficoltà, limitando le nostre sortite offensive, anche grazie a qualche giocatore a cui la categoria sta decisamente stretta. La vittoria di oggi è importante anche perché colta in una piazza importante, contro una squadra forte che non sta passando un buon momento, ma che ha voglia di riscatto“.

“La vittoria è ancora più importante perché avevamo tanti calciatori fuori, compreso Datkovic che è stato costretto ad uscire a gara in corso, ma non abbiamo avuto dubbi ad inserire il debuttante Ceccaroni, perché è un difensore che sta facendo davvero bene in Primavera e chissà che magari anche per questo motivo, alla fine la fortuna è stata dalla nostra parte“, chiosa l’allenatore croato con soddisfazione.

Non si può non accennare all’exploit di Valentini: “Nelle sue prime tre partite erano arrivate tre sconfitte, nella scorsa partita è giunto un pareggio ed oggi finalmente è stato proprio merito suo se questa sorta di maleficio si è spezzato, sono molto contento per lui, ma anche per tutta la squadra“.

Poi un accenno al finale di gara: “Con l’ingresso di Cisotti volevamo dare profondità alla manovra, ma a centrocampo facevamo fatica a salire, anche perché quella di oggi era la terza partita in una settimana, ma l’importante è che alla fine siano arrivati i tre punti. Le due squadre hanno dato tutto sul terreno di gioco, è stata una bella partita, ma non ho mai avuto paura di perdere, anche perché nel calcio si può vincere, pareggiare o perdere, ma l’importante è dare tutto fino alla fine, poi al triplice fischio si tirano le somme“.

Il discorso si sposta sugli attaccanti: “Giannetti contro il Latina aveva fatto bene, ma ha bisogno di tempo dato che è stato fuori 5 mesi, in trasferta mi da maggiori garanzie in fase di ripartenza; sono contento di aver avuto buone risposte anche da Ebagua, che sta lavorando molto bene sia durante la settimana che in partita e credo che nelle prossime settimane avrà una chance da titolare“.

Infine l’elogio a Chichizola: “E’ un portiere che sta crescendo partita dopo partita, oggi ha fatto ottimi interventi, in Argentina non aveva mai avuto l’occasione di giocare con continuità, mentre qui ha trovato l’occasione di poter dimostrare il proprio valore“.

 

© Riproduzione Riservata
www.speziacalcionews.it/

Più informazioni su