laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Carispezia sfiora il miracolo poi esce battuto nel finale

Più informazioni su

I rossoneri fanno tremare il Saint Omer, poi escono battuti, ma a testa alta. Carispezia ci ha provato, si è preparato accuratamente, è salita al confine tra Francia e Belgio per dare il tutto e cercare di ribaltare il risultato dell’andata. La squadra di Alessandro Cupisti ha messo paura agli oltre mille spettatori, impianto francese completamente esaurito, quando a inizio ripresa si è portato sul parziale di tre a tre, ma dopo aver sfiorato il gol che avrebbe riaperto il discorso qualificazione è salito in cattedra Teixido  che con la sua tripletta non ha lasciato scampo ai sarzanesi usciti tra gli applausi del numerosissimo pubblico. (nella foto immagini della gara).

SCRA SAINT OMER – CARISPEZIA HOCKEY SARZANA  6 – 3  (3 – 1)

SCRA SAINT OMER: Audelin (Savreux), David (1), Guilbert, Le Roux, Garcia (1), Minuzzi, Sero (1), Texido (3) . Allenatore Punset.

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA: Corona (Garofalo), Pistelli, Squeo, Rossi, Sterpini, Di Donato, Dolce (2), Fioravanti, Borsi (1). Allenatore Alessandro Cupisti.

Arbitri: Sig. Garcia (ESP) – Sig. Valverde (ESP)

“Voglio ringraziare tutti i miei ragazzi, questa sera hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo, sul tre a tre ci ho veramente creduto, se avessimo segnato  la quarte rete forse saremmo a parlare di un’impresa storicacommenta il presidente Maurizio Corona a fine partita “E' stata una serata comunque molto bella per la nostra società, abbiamo giocato davanti a oltre mille spettatori, per una vernice europea importante per la nostra storia ma anche per tutta la città. Guardando invece la partita  abbiamo giocato contro un’ottima squadra – continua Corona – e poi il quintetto allenato da Punset può avvalersi di ottimi giocatori, se nella gara di andata a Sarzana fu Toni Sero lo spauracchio, in Francia è emersa la classe di Teixido, una rosa veramente competitiva quella Francese con un pubblico fantastico, sempre pronto ad incitare la squadra anche nei momenti di difficoltà. Gli fa eco proprio Alessandro Cupisti che parla della partita di ritorno: “sapevo che avremmo pagato l’inizio gara loro andavamo a mille come prevedevo, avevo chiesto ai miei ragazzi che potevamo andare anche sotto di due reti e così è stato nella ripresa li abbiamo messi in difficoltà, peccato per il risultato finale ma comunque sono orgoglioso dei  miei ragazzi.  Ma veniamo alla gara, palazzetto di Saint Omer completamente esaurito, clima da grande evento, Sergi Punset, può contare sull’organico al gran completo,  schiera il suo starting-five titolare con David insieme a  Guilbert e alla coppia d’attacco spagnola formata dal capocannoniere del Campionato Francese della scorsa stagione Toni Sero e Teixido con Audelin portiere della nazionale Francese alla difesa della porta e a disposizione Le Roux , Minuzzi, Garcia e il secondo portiere Savreux. Cupisti risponde con Corona tra i pali, Sterpini, Squeo, Borsi e Dolce. Per la cronaca  partita  subito in salita per i rossoneri che dopo circa tre minuti  subiscono il vantaggio transalpino, grazie a una conclusione di Florent David da poco fuori area che si infila alle spalle di Corona. Dopo pochi minuti il Carispezia pareggia con Francesco Dolce che trasforma in rete una palla vagante in area. La squadra di casa accusa il colpo  ma  continua a gestire la gara con un ritmo forsennato, nel finale del tempo contropiede con Guilber che confeziona un preciso assist a Sero che trasforma in rete. A pochi minuti dal termine ancora in rete il Saint Omer con Cirillo Garcia bravo a battere Corona con una magia che fissa il parziale del primo tempo sul 3 a 1 a favore dei transalpini, punteggio con cui le squadre vanno al riposo. Nel secondo tempo il Saint Omer cala il ritmo e sale in cattedra il Sarzana e prima Dolce e poi Borsi su tiro di prima rimettono il risultato in parità. E’ stato proprio l’inizio del secondo tempo il momento migliore  per i rossoneri che hanno giocato il tutto per tutto, Corona dietro ha negato due volte il vantaggio a Sero su altrettante punizioni di prima, ma dall’altra parte su risultato di parità  i rossoneri hanno sfiorato il vantaggio con Pistelli e Dolce. Avesse trovato la rete la squadra di Cupisti avrebbe impattato il risultato dell’andata e mandato in crisi la formazione francese che nel finale deve ringraziare lo spagnolo Teixido che trovava una tripletta, prima entrando in area e battendo Corona con una violenta conclusione, poi su tiro diretto prima parato dal portiere rossonero ma poi ribattuto  in rete e poi su azione di contropiede. Suono della sirena e gran festa per la squadra di casa che a  centro pista riceve l’ovazione del pubblico, applausi anche al Carispezia che ha giocato alla grande meritandosi anch’essa l’applauso dello sportivissimo pubblico francese.  

Ora doppio turno di Campionato Martedì 4 Novembre a Breganze  e Sabato 8 arriva  il Bassano al Vecchio  Mercato.
 

Più informazioni su