laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Festival della Mente: incontro con i volontari al Liceo Parentucelli

Più informazioni su

Premiati i vincitori del concorso My Festival e consegnati gli attestati di partecipazione… con uno sguardo al futuro

SARZANA – Si sono incontrati questa mattina al Liceo Tommaso Parentucelli di Sarzana molti dei volontari tra i 16 e i 19 anni, provenienti dalle scuole secondarie superiori del territorio, che hanno partecipato all’undicesima edizione del Festival della Mente, contribuendo con il loro entusiasmo e la loro disponibilità al suo successo. L’occasione è stata la premiazione del concorso My Festival e la consegna degli attestati di partecipazione ai ragazzi.
All’incontro hanno preso parte il presidente della Fondazione Carispezia, Matteo Melley, l’assessore alla Cultura del Comune di Sarzana, Sara Accorsi, il direttore scientifico del festival, Gustavo Pietropolli Charmet. Sono intervenuti oltre 150 studenti degli Istituti superiori della Spezia e Sarzana e i loro docenti.


 
In questa occasione sono stati premiati tre giovani volontari tra i tanti che hanno partecipato al concorso My Festival e hanno inviato la propria definizione del Festival della Mente. Un’idea resa possibile dalle nuove magliette realizzate per il 2014: sms t-shirt che i ragazzi hanno potuto personalizzare scrivendo o disegnando con pennarelli colorati (cancellabili ad ogni lavaggio).


Le tre frasi più creative e originali sono risultate quelle di Marianna Granato (Liceo Parentucelli di Sarzana), Lorenzo Guastini (Istituto Arzelà di Sarzana), Elisa Libratti (studentessa universitaria, neodiplomata al Liceo Costa della Spezia). In premio un cofanetto di libri di alcuni dei relatori del Festival della Mente.


 
Prima della consegna degli attestati, l’attenzione si è rivolta alla prossima edizione 2015, che presenterà un’importante novità. Oltre alle tradizionali e preziose attività che i volontari svolgono durante il festival (squadra Twitter e fotografi; punto informazioni; accoglienza dei giornalisti; assistenza ai relatori; servizio d’ordine alle location; presentazione eventi; assistenza nei laboratori per bambini), la dodicesima edizione della manifestazione li vedrà coinvolti in un evento a loro dedicato. Un modo per stimolare ulteriormente la loro creatività e renderli protagonisti del festival, oltre che artefici del clima affettivo, relazionale e culturale che si instaura fra i partecipanti alla manifestazione. 

 

Più informazioni su