laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Mare e le grandi scoperte geografiche

Più informazioni su

LA SPEZIA – Nell’ambito della rassegna “Il mare come ponte” la Direzione della Biblioteca “Camila Basso” dell’Istituto Superiore “Vincenzo Cardarelli”, a 5 anni dalla scomparsa di Camila, propone un Ciclo di Incontri in SUAM MEMORIAM in cui verrà approfondito il tema del “Mare e le grandi scoperte geografiche” come origine storica dell’attuale mondo globalizzato, in un dialogo ragionato tra passato e presente.

La globalizzazione, i temi caldi dell’inclusione degli Altri, dei traffici di uomini e merci, la presenza nelle scuole di allievi stranieri, richiedono con urgenza la necessità di sapere, conoscere e interpretare fenomeni storici che hanno dato vita ad atteggiamenti aggressivi, a stereotipi ed a nocivi populismi e nazionalismi ma anche a fecondi interrogativi e ad un nuovo modo di essere.

L’intenzione pertanto è quella di ragionare intorno ai due cardini della Storia Moderna e Contemporanea: l’Alterità e il Colonialismo, a partire da una data e da una città: Barcellona 1493, allorché i Re Cattolicissimi esaminarono gli strani oggetti portati da Colombo: gli indiani e le loro acconciature, oro e cose che non si erano mai viste in Spagna ed allestirono la sua seconda partenza che diede l’avvio alla colonizzazione del Nuovo Mondo.

Tale evento di portata globale verrà analizzato in relazione a Noi, alla nostra storia, alla nostra città, al nostro mare e nella sua lunga durata, per ritornare ancora a Barcellona. Proprio nella città natale di Camila nel 1995 verrà data vita ad un Processo per un nuovo ordine nel Mediterraneo con idee di pace e collaborazione tra i popoli.

Più informazioni su