laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

A mente fredda. Pescara Spezia 1 a 2

Più informazioni su

LA SPEZIA – Esaminiamo a mente fredda la vittoriosa trasferta dello Spezia a Pescara, iniziando come di consueto dal mister spezzino.
 
Mister BJIELICA: Si dice che “la fortuna aiuta gli audaci” e la conferma ne sono i due gol segnati dallo Spezia allo scadere dei minuti di recupero, contro il Latina e il Pescara, che hanno fruttato quattro punti. Bjielica, lavorando in sordina, sta realizzando una squadra dedita al gioco e consapevole delle proprie forze. Costretto a fare i conti con sette infortunati, più Daktovic durante la partita, il mister ripropone Schiattarella posizionandolo, come a Livorno, tra il centrocampo e l’attacco spezzino.  Coraggioso nell’inserire, nel cambio obbligato, Ceccaroni al posto di Daktovic pur di mantenere l’impostazione tattica della squadra. Portento
 
La DIFESA: Chichizola tra i pali, Daktovic, Ceccarelli e Valentini difensori centrali, soffrono più del solito rischiando di capitolare più volte. E’ il reparto che ha “fatto” la partita, segnando tutti tre i gol. Quello del vantaggio con un perentorio stacco di testa di Valentini, il pareggio pescarese con  Ceccarelli che, per un rimpallo sfortunato con Chichizola, spinge il pallone nella propria rete e, infine, il raddoppio di Valentini a tempo ormai scaduto che approfitta dell’incerta uscita del portiere avversario per segnare il gol vittoria. Buona la prova del giovanissimo Ceccaroni che non fa rimpiangere l’infortunato Daktovic. Bomber
 
Il CENTROCAMPO: Impostato a cinque con Milos, Brezovec, Juande, Bakic e Migliore, gioca bene fino a quando le forze glielo consentono. Nel secondo tempo il reparto accusa la fatica e lascia campo agli avversari, che creano numerose occasioni che si finalizzano soltanto con l’autorete di Ceccarelli. L’impostazione della squadra grava sul centrocampo che, come già successo, nel secondo tempo lascia campo libero agli avversari per almeno 15-20 minuti, il tempo necessario per rifiatare. Ottimizzare
 
L’ATTACCO: Schiattarella dietro a Giannetti, compongono il due di attacco al posto degli infortunati Situm e Catellani. Giannetti, più statico di Catellani, è facile riferimento per la difesa del Pescara. Riesce comunque a liberarsi in un paio di occasioni senza, però, riuscire a trovare la rete. E’ in crescita ma non ancora al meglio. Schiattarella si adatta bene al ruolo anche se gli manca il guizzo per rendersi pericoloso. Viene rilevato da Cisotti che, oltre a non lasciar traccia, riesce a farsi espellere. Ebagua, entrato al posto di Giannetti, si procura la punizione dalla quale nasce il gol vittoria. Concretizzare

Thomas Capellazzi

Più informazioni su