laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Abolizione legge Fornero, Viale: “Grazie Liguria!”

Più informazioni su

Soddisfazione per l’ok ottenuto in Cassazione dalla raccolta firme organizzata dal Carroccio per il referendum sulla legge Fornero

GENOVA – «Ringrazio tutti i liguri che hanno firmato ai nostri banchetti per abrogare la vergognosa “controriforma del lavoro” e mandare finalmente in soffitta la legge Fornero. Una lezione di democrazia che arriva dalle nostre piazze e che dimostra che quando i cittadini sono chiamati a decidere hanno le idee chiare su cosa sia meglio per il proprio futuro. Le oltre 10 mila firme raccolte in Liguria sono il segno tangibile della voglia di cambiamento a partire dal tema che più sta a cuore dei cittadini: il lavoro». Questo il commento di Sonia Viale, segretario regionale della Lega Nord Liguria, per l’ok ottenuto in Cassazione per le 500 mila firme raccolte dal Carroccio e certificate per il referendum sulla legge Fornero. «Una legge ingiusta che ha saputo produrre il catastrofico fenomeno degli esodati, 350 mila persone in tutto il Paese e 6 mila solo in Liguria che grazie alle invenzioni del duo Monti-Fornero, avvallate dal PD, si sono ritrovati improvvisamente senza stipendio e senza pensione. Una legge vergognosa perché ha ingorgato i tribunali di cause di lavoro ingiuste, ha peggiorato le condizioni di lavoro di tantissime donne di cui ha aumentato di sette anni l’età pensionabile.
Il prossimo traguardo è ottenere l’ok anche dalla Corte Costituzionale. Se a Roma non faranno sgambetti alla democrazia, la prossima primavera finalmente tutti i cittadini potranno decidere alle urne di abrogare questa disastrosa legge, capace di produrre solo ingiustizie sociali e disoccupazione».

Più informazioni su