laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Carispezia Hockey Sarzana ci vuole provare e lancia la sfida al Bassano

Più informazioni su

“Giocare bene è importante, fanno piacere anche i complimenti ma noi sabato dobbiamo provare a fare punti” dice Alessandro Cupisti  “martedì siamo stati bravi a mettere in difficoltà il Breganze, sabato a Saint Omer abbiamo fatto una grande gara ma di fatto non abbiamo portato a casa niente ”. I rossoneri sanno che anche questa gara è una “mission impossible” ma come con Valdagno e Trissino non intendono partire già sconfitti, anche se di fronte si troveranno una squadra che schiera una coppia d’attacco da metter paura come Emanuel Garcia e Borja Gimenez,  59 reti  in due segnate la scorsa stagione. (nella foto di Francesco Dal Mut Davide Borsi).

SARZANA – Un’altra “Mission Impossible” per il Carispezia Hockey Sarzana che ritorna di scena al Vecchio Mercato  dove sfida  il Bassano, un'altra formazione costruita con l’obiettivo della vittoria finale. Solo una prestazione sopra le righe unita a qualche disattenzione della formazione ospite potrebbe regalare punti alla formazione di Alessandro Cupisti;  la squadra vista contro il Breganze e a Saint Omer fa certamente sperare, una squadra che ha limitato al minimo le distrazioni  difensive e ha saputo a tratti imporre il proprio gioco. Contro il Bassano i rossoneri trovano una squadra  di grande valore che ha iniziato la stagione tra alti bassi: pareggio a Follonica, vittoria contro il Giovinazzo tra le mura amiche, poi sono stati messi sotto dal Trissino con un perentorio 5 a 1 e infine hanno impattato contro il CGC Viareggio al Palabassano con il punteggio di 6 a 6 e sei reti dello scatenato Emanuel Garcia. Eppure la neo dirigenza giallorossa ha cercato di consegnare a Massimo Belligio un’ottima squadra, sono stati ceduti il Campione d’ Europa Federico Ambrosio al Pieve 2010, l’ex nazionale azzurro Miguel Nicolas ha dato l’addio all’ hockey italiano per ritornare nella sua Argentina, Paolo Trento al Lodi, Edoardo Pilati al Thiene in serie A2 , e poi l’addio che più ha fatto notizia è stato quello di Massimo Cunegatti il quale dopo dodici anni alla difesa della porta giallorossa ha fatto ritorno nella sua Valdagno. La società bassanese in onore del portiere campionissimo ha ritirato simbolicamente il numero cinquanta da lui usato negli anni in giallorosso. Ma  la dirigenza ha voluto investire sul futuro, mettendo le mani su due giovani di assoluto valore come Pablo Aguaron, classe 1992, dal CP Vilafranca giocatore catalano che ha vestito tutte le maglie della nazionali spagnole giovanili e Andrea Bolcato, anch’egli  classe 1992 giocatore bassanese scuola Roller Bassano ritornato dal Tordera in Spagna, protagonista assoluto nelle stagioni giocate in terra catalana, oltre al ritorno a casa di Mauro Dal Monte alla difesa della porta classe 1991 di rientro dall’ottima esperienza di Lodi. La nuova dirigenza giallorossa ha messo nelle mani del tecnico bassanese Massimo Belligio una rosa attrezzata per grandi traguardi partendo da Giovanni Zen, il capitano della squadra, classe 1984, quattordici reti per lui nell’ultima stagione. Poi i due assi della formazione veneta l’ argentino Emanuel Garcia, 31 anni, quarto anno in Italia dopo due campionati giocati a Viareggio dove si è confermato a livelli altissimi, secondo posto nelle due finali scudetto sconfitto solo dal Valdagno. Con la Nazionale Argentina è vicecampione del mondo nel 2009 a Vigo e nel 2011 a San Juan e nel 2013 a Luanda, sconfitto in tutte e tre le finali dalla Spagna e, nel 2007 , 3° posto al Mondiali di Montreux, mentre a livello giovanile nel 1999 vince il Mondiale Under 17 in Colombia. Come attaccante è sempre nella top 15 della 1° Divisao Portoghese, dove ha collezionato negli ultimi anni un'ascesa costante: ben 30 gol nell'annata 2010/2011, 26 2009/2010, 20 2008/2009. In Italia con la maglia del Viareggio dal 2011 ha fatto ancora meglio vincendo la stecca d'oro con 56 reti, primo della classe. Nella stagione 2012/2013 ne ha segnati ben 48 con media di 2 gol a gara (4° posto) e lo scorso anno nella prima stagione a Bassano 39 reti segnate, in questa stagione già 16 reti segnate secondo in classifica cannonieri alle spalle di Pedro Gil. A seguire Borja Gimenez, 25 anni, spagnolo catalano, chiusa l´esperienza di sei anni a Forte dei Marmi, dove è stato l´idolo incontrastato dell´ambiente versiliese, è arrivato a Bassano lo scorso anno e dopo una partenza stentata ha disputato un finale di stagione in crescendo andando a rete in 20 occasioni. Chiudono la rosa veneta: Stefano Campagnolo, classe 1989, difensore eclettico e prodotto del vivaio bassanese che rientra in maglia giallorossa dopo l’importante esperienza di Trissino, l’esperto Andrea Marangoni  di ritorno dal Roller Bassano e la giovane promessa Andrea Scuccato classe 1996. Il vice Dal Monte è il sandrigense Federico Maso, classe 1990, reduce dall’esperienza a Trissino. I precedenti tra Bassano 54 e Carispezia Hockey Sarzana sono solamente dieci e riguardano le cinque stagioni in serie A1 con sette vittorie a favore dei veneti due pareggi e una vittoria per il Sarzana il primo anno di serie A1. La squadra rossonera si presenta al gran completo.  Ospitiamo il Bassano per giocarci le nostre carte come abbiamo fatto a Breganze – dichiara il presidente Maurizio Corona – la squadra è in salute, veniamo da due sconfitte che non meritavamo, certo contro  una corazzata come il Bassano dovremmo ancora tutti rasentare la perfezione e, anche se fosse, potrebbe non bastare, vista la forza dei nostri avversari. Una cosa è certa  – continua Corona – i ragazzi non molleranno un centimetro di pista forti di un pubblico che contro il Valdagno e il Trissino li ha trascinati alla vittoria”

Il match si giocherà questa sera alle 20.45 presso il Centro Polivalente a Sarzana. Arbitri il Sig. Da Prato (LU), il Sig. Giovine (SA), ausiliario Sig. Righetti (SP).

Più informazioni su