laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Casa: quasi la metà degli italiani compra con capitale proprio

Più informazioni su

L’analisi delle compravendite realizzate dalle Agenzie del Gruppo Tecnocasa evidenzia che nel primo semestre del 2014 più di tre acquisti su quattro hanno riguardato l’abitazione principale, il 16,3% la casa ad uso investimento e solo il 5,4% la casa vacanza.

L’ACQUIRENTE-TIPO è un individuo di età compresa tra 35 e 44 anni (34,1%), coniugato nella metà dei casi e di professione impiegato, categoria che raccoglie il 42,9% del campione. Seguono gli operai e i lavoratori autonomi (liberi professionisti/dirigenti/imprenditori), che rappresentano il 17% ciascuna; i pensionati costituiscono l’11,1% del totale, sono marginali tutte le altre categorie. Dopo la fascia dei 35-44enni, i più attivi sono gli under 35, che rappresentano il 30,5%, mentre le classi di età più grandi hanno un’incidenza via via decrescente. Come facilmente intuibile, l’acquisto dell’abitazione principale assume una rilevanza molto alta tra le fasce più giovani della popolazione, raggiungendo il 92,4% tra gli under 35 per scendere a circa 61% tra gli over 55. L’acquisto a scopo di investimento, invece, cresce nelle fasce d’età intermedie, grazie alla maggiore solidità del capitale a disposizione.

Il 55,2% degli acquirenti ha fatto ricorso al mutuo, il restante 44,8% ha comprato casa usando i propri risparmi. Effettuando un confronto in base all’età, si scopre che sono le fasce più giovani a ricorrere maggiormente al mutuo, mentre le classi di età più grandi comprano più facilmente con i propri risparmi.

Dal lato dei VENDITORI si evidenzia un netto aumento della percentuale di chi aliena l’immobile per reperire liquidità: un anno fa era il 24,4%, adesso è quasi un terzo. La motivazione principale è sempre il miglioramento della qualità abitativa (incluso il cambiamento della struttura familiare), che incide per poco meno del 50%. Solo il 17,4% dei proprietari vende per trasferirsi in un’altra città o in un altro quartiere.

Il venditore-tipo è un soggetto di età compresa tra 45 e 54 anni (24,6%), pensionato per il 34,2% e sposato nel 66,2% dei casi. Segmentando il campione per fasce di età, si nota come il 48,9% del campione è rappresentato da soggetti di età intermedia (tra 35 e 54 anni) e nel 43,3% dei casi è costituito da over 55.
Confrontando l’età del venditore con la motivazione di vendita, la fascia compresa tra 45 e 54 anni segue sostanzialmente l’andamento generale. Prevale il bisogno di migliorare la qualità abitativa nella popolazione più giovane; al contrario, gli over 55 manifestano maggiormente il bisogno di reperire liquidità.

Più informazioni su