laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Flavio Cavallini (Atc) e la gestione dei parcheggi a Sarzana

Più informazioni su

LA SPEZIA – In merito alla questione sulla gestione dei parcheggi a Sarzana, il presidente di ATC Flavio Cavallini dichiara quanto segue:

“L'assoluta discrezione caratterizza (volutamente) il mio ruolo in ATC, sicché non ho indetto conferenze stampa nemmeno per tutelare la mia persona allorché, dopo la rinomina, fui bersagliato da plurime asserzioni, false e strumentali. Infatti, in quattro anni e più ho convocato la stampa solo una volta, per controbattere alle panzane divulgate nei confronti del gruppo ATC. Le dichiarazioni rese da Massimo Baudone, Assessore alla Mobilità del Comune di Sarzana, però mi impongono di uscire per la seconda volta dal riserbo.

Innanzitutto, desidero precisare che l'affermazione dell'Assessore «Il ricorso aveva di fatto determinato una situazione di stallo bloccando i parcometri cittadini per oltre due settimane con mancato introito di almeno 20mila euro per il comune, con ulteriore diatriba poi chiarita con Atc» non corrisponde al vero: infatti, il Comune si Sarzana avrebbe potuto sottoscrivere il contratto, avendo il TAR respinto la sospensiva. Per quanto riguarda la diatriba, penso -suffragato dall'atteggiamento che è solito tenere nell'Assemblea dei Soci- sia esclusivamente un problema suo, in quanto, nei tanti anni di gestione dei parcheggi a Sarzana, ATC e PARK TOUR non hanno mai ricevuto, né richiami, né lamentele, ma, anzi, hanno sempre soddisfatto le più disparate richieste. Che Baudone si riferisca alla nostra rimostranza, quando facemmo notare che le norme di salvaguardia dovevano prevedere più persone e non solo i due addetti al controllo? Nel caso, ribadisco ciò che dissi allora: «contemplare meno personale di quello effettivamente dedicato ai parcheggi di Sarzana è un regalo ai nostri concorrenti (ma adesso è una spinosa preoccupazione per noi e per i Soci, qual è il Comune della Città di Sarzana)». Piuttosto, l'Assessore è stato informato dalle Organizzazioni Sindacali che le norme di salvaguardia (mantenimento del posto di lavoro alle stesse condizioni) non sono state rispettate? E visto che ora di sicuro lo sa, l'auspicio è che intervenga, con decisione.

In merito al sistema di gestione tecnica ampollosamente descritto da Baudone ed alle cifre da lui enfatizzate, devo puntualizzare che PARK TOUR aveva proposto un sistema eguale e che l'offerta economica era ben più vantaggiosa: infatti, a fronte di una base d'asta del 50% (come partenza), prevedeva una percentuale del 69,04% come quota di ricavi spettanti alla stazione appaltante, mentre l'offerta della vincitrice prevede una percentuale pari al 55,55%.
Ovviamente le sentenze si rispettano, anche quella in questione, tuttavia ritengo che tutti i Soci apprezzeranno che ci si rivolga al Consiglio di Stato.”

Più informazioni su