laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Incontro “Ictus cerebrale”: come prevenirlo e come riconoscerlo

Più informazioni su

LA SPEZIA – Il giorno 8 novembre presso la biblioteca dell’Istituto Fossati Da Passano si è svolto un interessante incontro dal titolo “Ictus cerebrale”. Come prevenirlo e come riconoscerne i sintomi.
L’incontro  costituiva la prima tappa del progetto “I giovani educano i giovani”, predisposto e sostenuto, nella sua prima fase, dall’Associazione per la lotta all’Ictus Cerebrale (A.L.I.Ce la Spezia) e dalla Società di Medicina Generale sezione Giovani (SIMG) cui hanno partecipato gli alunni della IV ^e V^ della sezione Grafica e Comunicazione.
All’ingresso della biblioteca é stata allestita una esposizione degli elaborati grafici prodotti dai ragazzi, disposti su pannelli .

Alla presenza di un pubblico, molto attento  ha portato i saluti il prof Paolo Manfredini, dirigente scolastico, evidenziando il valore di simili iniziative che coinvolgono i ragazzi in problematiche ed in attività in cui i saperi  appresi  a scuola vengono immediatamente  testati  dai ragazzi con prove pratiche, contribuendo così ad una percezione positiva della scuola, di sé e del senso di autoefficacia.

A seguire i due insegnanti di grafica e comunicazione, Sara Simonini e Maurizio Tinto hanno descritto sinteticamente le modalità operative adottate per sviluppare il tema dell’incontro, rispettivamente per la parte grafica e per la parte video.
Quindi sono stati proiettati i video, costituiti da cortometraggi di circa 90”, tempistica mutuata  dai messaggi di pubblicità progresso e  ritenuta ottimale per la trasmissione di un messaggio in grado di catturare  la massima attenzione degli spettatori ed essere quindi più facilmente recepito-. In seguito ha preso la parola il prof Massimo Del Sette, primario neurologo che ha messo in evidenza l’efficacia dei messaggi trasmessi con i cortometraggi presentati segno evidente del buon lavoro svolto.

In conclusione il dr Gian Pietro Montanari, presidente di ALICe La Spezia complimentandosi con i ragazzi ed i loro insegnanti ha ribadito come  l’impianto  del progetto  “I giovani educano i giovani”  sia  fondato sulla convinzione che la scuola non possa essere intesa solo come il luogo della trasmissione dei saperi disciplinari, ma debba sapersi proporre come una “comunità” nella quale ogni soggetto abbia l’opportunità di acquisire capacità relazionali e di agire attivamente il suo bisogno di inclusione; un luogo in cui sia possibile sperimentare come il rispetto delle regole, la condivisione e l’assunzione di responsabilità siano le uniche strade possibili per esercitare la propria libertà e per sviluppare capacità di vivere in relazione con gli altri. E’ seguita la cerimonia di consegna di  un premio in danaro alla scuola ed un attestato di merito agli studenti che hanno partecipato al progetto come riconoscimento del lavoro svolto, quindi ha invitato  i ragazzi a presentare al pubblico presente i poster esposti, dando appuntamento a tutti alle  future tappe del progetto che, oltre al fossati da passano, coinvolgerà altri istituti scolastici della provincia.

Più informazioni su