laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Rete a Sinistra: secondo incontro per parlare di ambiente, mare, territorio

Più informazioni su

Martedì 11 novembre alle 17.30 all'Urban Center

LA SPEZIA – L’INCONTRO: Dopo lavoro, diritti e democrazia, di cui si è parlato a Genova, si aggiunge un nuovo nodo tematico: l’ambiente. Le alluvioni che a più riprese hanno colpito la nostra regione e che di nuovo in questi giorni ci vedono in emergenza, impongono di riflettere su un nuovo modello di sviluppo, puntare sulla tutela del paesaggio e la riconversione ecologica dell'economia.
 
Aprirà l'incontro Lorenzo Azzolini che presenterà il lavoro finora svolto dalla Rete a Sinistra in Liguria. Seguiranno interventi tematici, racconti di buone pratiche e esperienze che vivono sul territorio. 
Nel corso dell'iniziativa il tema della tutela dell'ambiente seguirà due filoni principali, mare e territorio. Paolo Varrella, miticoltore, parlerà di “blue economy” e Alessandro Ferrante, agricoltore, delle buone pratiche agricole e di come siano utili alla manutenzione del territorio. Valentina Casolini, dell'ordine ligure dei geologi, spiegherà come la lotta al dissesto idrogeologico sia necessaria ma anche utile a dare lavoro in un momento di crisi. Dino Baudone, assessore al Comune di Lerici, illustrerà il lavoro fatto per la scrittura del nuovo piano urbanistico comunale. Spazio anche al tema della ricerca e dell'innovazione, infatti parleranno Claudia Conti, studentessa universitaria del Polo Marconi, e Emanuela Fanelli, biologa marina e ricercatrice. Nuove tecnologie nel campo della nautica e conservazione degli ambienti naturali rappresentano le risorsa per avere industrie competitive e turismo di qualità.
Concluderà l'appuntamento Domenico Megu Chionetti, portavoce della Comunità San Benedetto al Porto, che è tra le realtà che hanno promosso e fondato la Rete a Sinistra.
 
COSA E’ LA RETE: Rete a sinistra vuole costruire un percorso che metta insieme cittadini, movimenti, associazioni e partiti della sinistra (Lista Doria, PD area Civati, PdCi, Rifondazione comunista, Sel, Altra Liguria) per costruire un altro modello di società.
Dopo il primo incontro genovese, di settembre, al teatrino degli Zingari è emerso il bisogno di ricominciare a discutere e confrontarsi in modo aperto e orizzontale al di là delle proprie appartenenze partitiche o associative. Il metodo è incentrato sui contenuti e non sui contenitori per riportare al centro del dibattito politico in Liguria quei temi e valori da sempre patrimonio della sinistra e oggi ignorati.
 

Più informazioni su