laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Contro ogni buon senso

Più informazioni su

Mangia Trekking richiama l’attenzione sull’Alta Via dei Monti Liguri

LA SPEZIA – Nei giorni scorsi l’associazione dell’alpinismo lento, ha effettuato una bella attività da Bolano all’Alpicella, si è trattato di  un circuito ad anello avente come arteria principale l’Alta Via dei Monti Liguri. Alcuni partecipanti hanno scattato fotografie ai meravigliosi panorami che si possono osservare lungo quel cammino, ma hanno anche fotografato una situazione davvero spiacevole.


Un vecchio sentiero che di fatto ha modificato l’originale percorso dell’Alta Via dei Monti Liguri, portando a percorrere una via stretta, scavata e poco pulita, sia dai rovi che invasa da  frammenti di tessuto non tessuto, con rifiuti abbandonati, un grosso tubo ed un cavo elettrico (forse alimentato) scoperti sul piano di calpestio. E poi proseguendo nel cammino, un sanitario in ceramica (bidet) “smaltito” in piena Alta Via, una roulotte abbandonata a cui è stato anche sparato, e tegole vetuste ammucchiate sotto la vegetazione, ecc. ecc.


Così l’associazione Mangia Trekking, si è domandata quale immagine e quale considerazione ne può trarre transitando lungo quel percorso una  persona italiana o straniera dotata di educazione e  buon senso.
E valutando le notevoli risorse economiche investite sull’Alta Via dei Monti Liguri, e quanto la stessa, sia importante nell’universo mondo di tante attività outdoor, l’associazione Mangia Trekking, che ha sempre avuto come obiettivo principale la valorizzazione della Val di Vara e del territorio Ligure, stupita e contrariata, lancia un grido di allarme e chiede una maggiore dose di buon senso e  rispetto dell’ambiente.

 

Più informazioni su