laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

La Tarros si riprende la vetta

Più informazioni su

Gli spezzini battono il Trecate e lo raggiungono in testa alla classifica del girone. Coro unanime di Presidente e coach bianconeri: “Pienamente soddisfatti: questa è la nostra squadra”

LA SPEZIA – “Ho rivisto la mia squadra: una squadra che lotta, difende e ridimensiona l'avversario”: è davvero molto soddisfatto il Presidente dello Spezia Basket Club Danilo Caluri al termine del match vinto dai bianconeri contro il Basket Club Trecate – “Sono molto orgoglioso di questo gruppo; stasera ho visto davvero una buona squadra e so che abbiamo ancora ulteriori margini di crescita, quindi non posso che guardare avanti con ottimismo: la strada è lunga e difficile, ma stasera abbiamo dimostrato di esserci. Abbiamo fatto una grande partita, da domani si pensa già al prossimo turno, ma almeno per una notte godiamoci questa grande prestazione e questa importante vittoria”. Poi un riferimento, doveroso, allo sfondo che ha fatto da cornice al match: “Sono veramente molto contento anche perchè stasera il PalaSprint era quello delle grandi occasioni: c'erano tantissimi tifosi e ci hanno sostenuto dall'inizio alla fine, facendoci sentire tutto il loro calore. Per noi questo è un ottimo segnale, significa che stiamo facendo riavvicinare la gente a questo sport. Impegno e risultati attraggono il pubblico che, a sua volta, ci spinge a fare ancora meglio: è un circolo virtuoso che vogliamo alimentare. Ho visto anche tantissimi bambini e ragazzi e per noi questo è motivo di grande orgoglio. Siamo molto felici della prestazione anche perchè sappiamo di aver regalo al pubblico un bel match e tante emozioni”.

Pienamente soddisfatto anche il coach bianconero Marco Mori: “Questa è la squadra in cui mi riconosco, una squadra che non si arrende mai e che mette sul parquet grinta, determinazione ed intensità di gioco. Abbiamo vinto prima di tutto con il cuore. Nessuno si è tirato mai indietro, ognuno ha giocato mettendosi a disposizione della squadra: questo è il gruppo che voglio. Non posso che fare i complimenti a tutti i ragazzi”.

Come cambia, ora, il cammino della Tarros? “Sarebbe cambiato se avessimo perso” – commenta il tecnico – “Questi due punti sono importantissimi, ma devo dire che ancora più importante, per me, è aver visto la squadra che voglio, quella che nelle ultime giornate non aveva i contorni ben definiti. Stasera sono davvero soddisfatto, ma come prima non c'era allarmismo, ora dobbiamo stare con i piedi per terra: il campionato è lungo ed ogni partita ha le proprie insidie. Ora ci aspettano due trasferte consecutive. Noi dobbiamo essere quelli che siamo stati stasera: allora, sono sicuro, daremo filo da torcere a tutti”.

Coro unanime, insomma, quello di Presidente e coach, al quale si aggiunge anche quello dei tanti tifosi sugli spalti, che hanno visto una grande Tarros: determinata, concentrata, attenta ed a tratti anche cinica.
L'inizio del match è piuttosto stentato: per 2 minuti il risultato rimane sullo 0-0, poi Scrocco, dalla lunga distanza, trova la bomba che sblocca il tabellone. La replica dei bianconeri è immediata, ma sono gli ospiti a trovare la via del vantaggio che resiste sino all'8' quando i padroni di casa pareggiano e sorpassano. E' la Tarros, pertanto, a chiudere la frazione avanti, 15-11.
I bianconeri difendono il proprio vantaggio anche nel secondo tempino quando è un continuo botta e risposta tra le due squadre. Gli ospiti si fanno prepotentemente sotto quando manca poco più di un giro di lancetta alla pausa lunga: in 40 secondi recuperano quasi tutto il gap e così al rientro negli spogliatoi il divario tra le due formazioni è di un solo punto: 31-30 per i padroni di casa. Al ritorno sul parquet il Trecate si porta nuovamente avanti, ma è solo davvero questione di secondi, poi la Tarros piazza il break che fa da spartiacque alla partita: 9 punti che le permettono di allungare di nuovo e che saranno numericamente anche il distacco registrato al termine del tempino. Ci sono ancora 10' da giocare e i bianconeri cercano subito di incrementare ulteriormente il divario. Un bel recupero palla a metà campo e successivo canestro sanciscono il +15: è massimo vantaggio, quando mancano poco più di 8 minuti alla sirena. I piemontesi tentano in tutti i modi di recuperare, ma la Tarros è attenta e concentrata, sa che basta un minimo calo per dare modo agli avversari di rientrare e rimettere in gioco tutto. Ma i bianconeri non cadono nella trappola: si chiude sul 70-61.

Dopo lo stop di sette giorni fa gli spezzini riprendono la corsa e si riprendono la vetta: con i due punti conquistati questa sera, infatti, raggiungono proprio il Trecate in testa alla classifica.
Prossimo appuntamento: sabato in trasferta a Genova, contro il Cus.

Più informazioni su