laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

TERNANA – SPEZIA 0 – 0 | Un punto per uno non fa male a nessuno

Più informazioni su

Finisce zero a zero la sfida del Liberati. Aquile più pericolose nel primo tempo e sfortunate per la traversa colpita da Valentini. Nel secondo tempo meglio gli umbri, ma Chichizola salva l’imbattibilità aquilotta.
 
LA SPEZIA – La Ternana per la prima vittoria interna e per abbandonare le zone pericolose della classifica, lo Spezia per conquistare il sesto risultato utile consecutivo e confermarsi tra le prime della classe: stati d'animo differenti ma idee chiare al "Liberati", dove umbri e liguri si sfidano in quella che è la quattordicesima giornata di serie B.

Ad arbitrare l'incontro il palermitano Rosario Abisso, esordiente nel campionato cadetto e alla sua settima conduzione di gara, coadiuvato dagli assistenti Valentino Paiusco di Vicenza, Tarciso Villa di Rimini e dal quarto uomo Niccolò Baroni di Firenze.

Ritorno 3-5-2 per lo Spezia con Chichizola tra i pali, Valentini, Ceccarelli e Piccolo in difesa, Milos, Brezovec, Juande, Schiattarella e Migliore sulla mediana e il duo d’attacco composto da Ebagua – Giannetti.
Prima del fischio d’inizio, un minuto di silenzio per ricordare lo sfortunato giocatore del Lanciano Lorenzo Costantino, venuto a mancare a causa di un male incurabile.

Dopo soli venti secondi, subito un episodio dubbio con il tiro di Ebagua che colpisce il braccio di un difensore rossoverde, ma secondo Abisso è tutto regolare.
Un minuto più tardi, colpo di testa di Ebagua su cross di Milos e conclusione di poco a lato.
La risposta degli umbri è affidata al sinistro di Bojinov, respinto però da Ceccarelli.
Al 10’, uno scatenato Ebagua tenta il colpo alla Mancini, deviando al volo di tacco un cross di Brezovec, ma Brignoli alza in angolo.
Spezia più propositivo in questo avvio, con i padroni di casa più attendisti e in palese difficoltà. Motivo per cui

Tesser corre ai ripari, cambiando formazione e disponendo i propri uomini in campo con un più prudente 3-5-2.
Aquile comunque sempre padrone del campo e vicinissime alla rete del vantaggio al 25’ con Giannetti, recuperato però da un ottimo Bastrini.
Cinque minuti più tardi, lampo della Ternana con Felipe Avenatti che, dopo aver sfruttato una leggerezza difensiva di Piccolo, sfiora il palo alla destra di Chichizola.
Soffre ora lo Spezia, rischiando di capitolare al 32’ su un inserimento di Valjent che sporca però la propria conclusione.
Al 39’ sfortunati gli aquilotti con Valentini che, dopo un angolo battuto da Brezovec,svetta di testa, colpendo però la traversa. Sarebbe stato il terzo gol consecutivo in trasferta per il difensore argentino.
Dopo un minuto di recupero, finisce il primo tempo: partita divertente, con uno Spezia padrone del gioco e più volte vicino al vantaggio.
Gli umbri, dal canto proprio, hanno subito la manovra dei liguri nei primi venti minuti, affacciandosi poi timidamente nel finale, approfittando di qualche sbavatura difensiva dei bianchi e sfiorando anche l’uno a zero con le due occasioni firmate Avenatti – Valjent.

Alla ripresa, continuano gli attacchi dello Spezia, ma Brignoli salva i suoi, superandosi con uno splendido riflesso sul secondo colpo di testa di Valentini.
Al 14’, gol giustamente annullato ai rossoverdi per la posizione irregolare di Bojinov che ha di fatto ostacolato l’intervento di Chichizola sul colpo di testa vincente di Avenatti.
Non demordono però le Aquile, rendendosi pericolose prima con Migliore e poi con Milos, ma i rispettivi cross non trovano nessuno all’interno dell’area.

Occasionissima al 25’ per la Ternana con il contropiede guidato dal neo entrato Ceravolo, ma l’ultimo, decisivo, passaggio per Avenatti è impreciso, favorendo l’uscita tempestiva di Chichizola.
Prova a cambiare qualcosa Bjelica, gettando nella mischia Gennaro Acampora al posto di Giannetti e mettendo Schiattarella al fianco di Ebagua.
Meglio gli umbri in questa seconda fase di gioco, ma Chichizola è miracoloso in due occasioni, prima respingendo sul colpo a botta sicura di Fazio e poi sulla conclusione da fuori area di Gavazzi.
Fiammata dello Spezia al 42’ con Ebagua, ma la sua girata, dopo una deviazione della difesa, finisce di poco alta.
Nel finale, dentro Cisotti, fuori Schiattarella.
Dopo due minuti di recupero, arriva il triplice fischio di Abisso: pari a reti bianche tra Ternana e Spezia.

Sesto risultato utile consecutivo per le Aquile, ora a quota 24, a una sola lunghezza dalla seconda posizione occupata dal Frosinone, sconfitto tre a zero a Pescara.
Partita tutto sommato equilibrata con i bianchi che hanno dominato nel primo tempo, ma subito nei secondi quarantacinque minuti la voglia di rivalsa della Ternana.

Ad ogni modo, un buon punto conquistato contro un avversario obbligato alla vittoria casalinga, mai ottenuta sinora.

Piccolo neo: qualche disattenzione di troppo in fase difensiva, ma la compattezza del gruppo ha comunque retto. Ottime, invece, le prestazione di Ebagua e Chichizola.

Ora tutti di nuovo al Picco: a fare visita agli aquilotti, in quello che è di fatto uno scontro al vertice, sarà infatti il Bologna di Lopez, fermo a 22 punti dopo la sconfitta interna contro il Brescia. 

Andrea Licari

 

Più informazioni su