laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il Sottosegretario Graziano Delrio accoglie le proposte di ANCI Liguria a favore dei Comuni colpiti dalle alluvioni

Più informazioni su

Risultato importante per il territorio martoriato, che ha ottenuto l’impegno del Governo per sblocco del patto di stabilità, somme urgenze e rinegoziazione dei mutui per opere di risanamento idrogeologico

GENOVA – Graziano Delrio, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, in visita oggi a Genova – nel corso della riunione ufficiale in Prefettura dove, insieme al Capo della Protezione Civile Franco Gabrielli, ha incontrato le istituzioni locali e i Sindaci colpiti dai recenti eventi alluvionali – ha recepito e fatto proprio  il documento contenente le proposte di ANCI Liguria e ha manifestato l’impegno del Governo per dare un sostegno concreto ai Comuni liguri colpiti dall’emergenza meteorologiche.
 
Riduzione degli obiettivi del patto di stabilità 2015 relativamente agli interventi di somma urgenza e alle spese sostenute per far fronte ai danni arrecati all’alluvione;esclusione dal patto di stabilità delle risorse provenienti da erogazioni liberali e donazione da parte di privati, cittadini e imprese; esclusione dalle riduzioni del Fondo di solidarietà comunale previste nel 2015; recupero dei fondi non utilizzati da precedenti eventi calamitosi.
 
Sono questi i principali emendamenti alla Legge di Stabilità, presentati oggi a Delrio da una delegazione di ANCI Liguria – guidata da Marco Doria, Presidente di ANCI Liguria e Sindaco di Genova, e da Pierluigi Vinai, Segretario Generale di ANCI Liguria – elaborati in collaborazione con IFEL.
 
In rappresentanza dei Comuni colpiti dall’emergenza meteorologica in tutta la Regione, hanno preso la parola i Sindaci ANCI di Borzonasca, Busalla, Campoligure, Leivi, Mignanego, Ronco Scrivia, Serra Riccò, Sori e Torriglia.
 
Tra gli interventi richiesti al Governo, la possibilità per i Comuni di utilizzare i ricavi derivanti dall’alienazione di beni patrimoniali e lo stanziamento di fondi per la copertura dei mutui accesi dai Comuni alluvionati per attivare interventi di risanamento idrogeologico e ambientale per la messa in sicurezza del territorio e la prevenzione dei rischi idrogeologici. Per favorire la ripresa delle attività economiche nelle zone dei Comuni colpiti, ANCI Liguria chiede inoltre l’estensione del Fondo di garanzia alle piccole e medie imprese che hanno subito danni e la concessione di contributi a ristoro sui tributi locali.
 
E’ stato inoltre reso noto oggi il provvedimento di ordinanza di Protezione Civile, richiesto da ANCI e Regione Liguria, con cui si autorizzano i Sindaci ad adottareinterventi di urgenza, messa in sicurezza e riduzione del rischio, quali la rimozione di ghiaia e materiali vegetali dai letti di fiumi e torrenti, anche in deroga alle normative attualmente vigenti.
 
“Ringrazio il sottosegretario Delrio per la sua visita odierna e per la solidarietà dimostrata a tutti i Comuni colpiti dall’alluvione e per le difficoltà in cui operiamo, che può ben comprendere poiché egli stesso ha in passato ricoperto il ruolo di Primo Cittadino – ha commentato Roberto Levaggi, Vice Presidente di ANCI Liguria e Sindaco di Chiavari. – Sono quindi certo che Delrio riuscirà a mantenere gli impegni presi oggi davanti ai rappresentanti dei Comuni della Liguria, per far sì che il Governo adotti misure per noi necessarie e urgenti , sia sui finanziamenti delle somme urgenze sia sull’allentamento del patto di stabilità per opere legate ai progetti di messa in sicurezza del territorio”.
 
“Quella rappresentata oggi è una situazione di disperazione dei Comuni e dei Sindaci – ha commentato Rosario Amico, Sindaco di Serra Riccò – Noi chiediamo che il Governo non ci lasci soli e si impegni a far diventare legge questi emendamenti, così come li abbiamo proposti. Diversamente i Sindaci non ce la possono più fare. E’ questo un momento di spartiacque, che potrebbe determinare una situazione di vero abbandono”.
 

Più informazioni su