laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Progetto Mirabilia, i luoghi spezzini dell’Unesco conquistano il Giappone

Più informazioni su

La Spezia protagonista a Perugia per la Borsa del Turismo Culturale I pacchetti turistici saranno proposti anche a Expò 2015. E il progetto si è aggiudicato il primo posto del premio ‘Sostegno all’internazionalizzazione delle imprese’ indetto dalla Commissione Europea

LA SPEZIA – Il progetto Mirabilia – European Network of Unesco Sites è nato nel 2012 su iniziativa della Camera di Commercio di Matera (capofila) con cinque Camere pilota tra cui quella della Spezia: l’obiettivo è promuovere i patrimoni Unesco delle rispettive province sui circuiti turistici di tutto il mondo aumentandone la riconoscibilità nei confronti del grande pubblico. Ad oggi le Camere coinvolte sono 10: La Spezia, Matera, Genova, Brindisi, Messina, Padova, Perugia, Salerno, Udine e Vicenza.

L’idea di mettere in rete territori accomunati da un patrimonio dell’umanità meno noto al turismo nazionale e internazionale si è dimostrato un efficace strumento di marketing: lo confermano i segnali incoraggianti giunti dal mercato giapponese. I 10 pacchetti turistici (uno per Camera) realizzati all’interno del progetto Mirabilia, infatti, sono stati presentati nei giorni scorsi, grazie al supporto della Camera di Commercio italiana a Tokyo, a tour operator, buyer e giornalisti nipponici riscuotendo interesse da parte degli addetti ai lavori sempre più orientati verso un’offerta che coniughi storia, cultura e ambiente.

La presentazione in Giappone è solo l’ultima delle attività verso l’estero che il progetto prevede. Da allora, creati i pacchetti e materiale promozionale, numerose sono state le iniziative realizzate o a cui si è preso parte: workshop, educational tour, borse del turismo. Il 2014, oltre che in Giappone, ha visto il progetto, e gli operatori del settore che direttamente coinvolge, far tappa a fiere di rilievo internazionale come il WTM di Londra e il TTI di Rimini.

Borsa Internazionale del Turismo Culturale di Perugia
I prossimi 1 e 2 dicembre, a Perugia, il progetto Mirabilia sarà il fulcro della Borsa Internazionale del Turismo Culturale (la prima edizione, nel 2012, si svolse alla Spezia) dove le 10 destinazioni, tra cui quella che coinvolge il patrimonio Unesco spezzino – Porto Venere, Cinque Terre, isole Palmaria, Tino e Tinetto – verranno proposte a 55 buyer provenienti da 20  Paesi: Russia, Stati Uniti, Gran Bretagna, Giappone, Francia, Germania, Svezia, Norvegia, Danimarca, Finlandia, Olanda, Belgio, Polonia, Repubblica Ceca, Spagna, Canada, Austria, Ungheria, Israele e Svizzera. Le realtà spezzine coinvolte nel progetto che saranno presenti alla Borsa sono: Sistema Turistico Golfo dei Poeti; la Locanda dell’Angelo; Consorzio Turistico Cinque Terre; Consorzio Occhio Blu; La Contea del Levante; Consorzio Turistico e Congressuale Golfo dei Poeti.

Il premio
Il progetto Mirabilia si è di recente aggiudicato il primo posto al ‘Premio europeo per la promozione d’impresa 2014’ – sezione ‘Sostegno all’internazionalizzazione delle imprese’, indetto dalla Commissione Europea. Il Premio, alla sua XIIIª edizione, viene assegnato alle iniziative più creative ed efficaci realizzate dagli enti pubblici di tutta Europa per la promozione delle imprese e dell’economia. Mirabilia, che già nella preselezione nazionale aveva ottenuto il punteggio massimo (100/100) ha convinto la giuria che lo ha ritenuto il migliore tra i numerosi progetti partecipanti provenienti dai 28 stati membri nonché da Islanda, Turchia e Serbia. La premiazione nei giorni scorsi a Napoli in occasione della ‘Settimana europea delle piccole e medie imprese’.

Il nome Mirabilia
Il progetto prende il nome dai Mirabilia Urbis Romae, le guide pratiche scritte dai viaggiatori che nell’antichità guidavano i pellegrini verso la città eterna raccontando loro storie di popoli, persone e località incontrati lungo il percorso.

I territori coinvolti e i rispettivi patrimoni Unesco
In Italia sono in tutto 49 i siti riconosciuti patrimonio Unesco. I 10 coinvolti nel progetto sono: La Spezia (Porto Venere, Cinque Terre e isole Palmaria, Tino, Tinetto); Matera (I Sassi e il Parco delle Chiese Rupestri); Genova (Le Strade Nuove e il sistema dei Palazzi dei Rolli); Brindisi (La Valle dell’Itria e la Murgia dei Trulli); Padova (Orto Botanico); Perugia (Assisi, la Basilica di San Francesco e altri siti francescani – I Longobardi in Italia. I luoghi del potere 568-774 d.c.); Salerno (il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, con i siti archeologici di Paestum, Velia e la Certosa di Padula – La Costiera Amalfitana); Udine (Area archeologica di Aquileia e Basilica Patriarcale – Dolomiti Friulane); Vicenza (La città di Vicenza e le Ville di Palladio nel Veneto); Messina (Isole Eolie). 

“L’alleanza tra Camere di Commercio – commentano i vertici dell’ente camerale spezzino – ha portato alla creazione di un ‘pacchetto Unesco’ unico a livello nazionale. Stiamo intercettando la crescente domanda di viaggi ‘made in Italy’ e itinerali innovativi sul tema natura, cultura ed arte proveniente dai mercati esteri di tutto il mondo, soprattutto emergenti. Mirabilia, mettendo in rete territori diversi per tradizioni e morfologia ma accomunati da luoghi simbolo risponde a questa specifica domanda. Il progetto è un chiaro esempio di come fare sistema attraverso la rete delle camere di commercio, ottimizzando risorse umane e finanziarie per valorizzare in concreto il patrimonio culturale creando allo stesso tempo reddito e occupazione per i territori interessati”.

Più informazioni su