laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Alessandro Brizzi e Spot, vincono il Campionato Mondiale di Caccia nella specialità Sant’Uberto

Più informazioni su

LA SPEZIA – Nella zona federale di Collacchioni, nei pressi di San Sepolcro (Arezzo) si sono svolti i campionati del mondo di caccia. Nella specialità Sant’Uberto, nella categoria “Spaniel” (Springer/Cocker) ha trionfato il sarzanese Alessandro Brizzi con Spot, uno splendido esemplare di Springer, campione di lavoro italiano, ottenendo 89 punti su 100. Un ottimo risultato, che assieme al secondo posto del compagno di squadra Marco Carretti di Arezzo, è valso l’oro a squadre alla rappresentativa nazionale. Questo fantastico risultato era stato sfiorato lo scorso anno in Croazia con l’oro di Carretti e l’argento a squadre. Si direbbe un team di ottime qualità: tre ori e un argento in due anni, risultati che giungono dopo venti anni di competizioni nazionali ricche di soddisfazioni e due ori mondiali (1997 e 1999). Tornando alla gara iridata di San Sepolcro, la stupenda cornice delle colline toscane, popolate da selvaggina di qualità, ha ospitato la competizione giunta alla trentaseiesima edizione, sia di caccia pratica in cui solo il cane ottiene punteggio, sia di Sant’Uberto ovvero di caccia dove cane e cacciatore ricevono entrambi un punteggio. Venticinque le nazioni partecipanti. In Italia, per raggiungere la finale e indossare la casacca col tricolore si passa attraverso numerose selezioni che si svolgono su tutto il territorio nazionale.

Nella foto a sx Brizzi con Spot, e la rappresentativa nazionale con i cani

Più informazioni su