laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Nuova caserma dei Vigili del Fuoco a Sarzana

Più informazioni su

GENOVA – “La collaborazione tra i Comuni, la Regione e il Governo per i Vigili del Fuoco si è conclusa e da poche settimane è attiva la nuova caserma che visiteremo il 25, la prossima settimana”. Lo ha detto oggi, venerdì 21 novembre, il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando presentando in conferenza stampa la nuova caserma dei Vigili del Fuoco di Sarzana, presenti l’assessore Enrico Vesco e Massimo Baudone, assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Sarzana.

I lavori sono stati commissionati dal dipartimento Vigili del Fuoco, soccorso pubblico e difesa civile del Ministero dell’Interno per un totale di 2 milioni 721 mila 900 euro derivanti da fondi della Regione Liguria (740 mila euro), da fondi della Provincia della Spezia (450 mila euro), da fondi del Ministero dell’Interno (881 mila 900 euro) e da fondi dei Comuni della Val di Magra (650 mila euro). I lavori, iniziati nel febbraio 2012, si sono conclusi lo scorso settembre, quando la struttura è diventata operativa. La realizzazione dell’opera consolida la presenza dei vigili del fuoco in un’ampia zona della provincia spezzina, la Val di Magra, con la costruzione di una nuova sede, più vivibile e funzionale rispetto alla precedente, per le 28 unità che compongono l’organico.

Le caratteristiche dell’edificio migliorano il dispositivo di soccorso per la bassa Val di Magra, in termini di uomini e mezzi, nelle occasioni di emergenza per eventi meteo-idrogeologici. Il progetto nasce da una convenzione specifica, sottoscritta nel novembre del 2008, tra Ministero dell’Interno, Regione Liguria, Provincia di La Spezia e le amministrazioni comunali servite dal distaccamento: Sarzana, Ameglia, Arcola, Castelnuovo Magra, Lerici, Ortonovo e Santo Stefano Magra. I comuni hanno anche partecipato finanziariamente alla realizzazione della nuova struttura che garantisce la copertura per gli interventi di soccorso tecnico urgente sui rispettivi territori. Il nuovo edificio ha due piani per una superficie complessiva di 1300 metri quadrati. Al piano terra ospita l’autorimessa per i mezzi di soccorso, magazzini per le attrezzature, il centralino telefonico, alcuni uffici e i locali per gli impianti di climatizzazione, acqua calda sanitaria e gruppo elettrogeno.

La mensa e la cucina, un’aula didattica e il blocco delle camerate/spogliatoi/servizi igienici per il personale operativo sono al piano superiore. Nell’area del distaccamento sono stati anche realizzati il castello di manovra (destinato alle attività di addestramento dei vigili del fuoco), un distributore di gasolio per gli automezzi, un impianto di pompaggio per l’alimentazione degli idranti collegato a una vasca interrata. Le sistemazioni esterne comprendono un’area di parcheggio con zone a prato e alberature. La caserma ha due ingressi carrabili, uno sulla variante Aurelia e uno sulla via posteriore.

L’edificio è stato costruito nel rispetto delle nuove norme tecniche sulle costruzioni e nel rispetto delle misure energetiche degli edifici. La sede è anche adeguata al superamento delle barriere architettoniche di eventuali utenti disabili.

Più informazioni su