laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

TPL, incontro tra sindacati, Enti ed Azienda. Non ci saranno esuberi in ATC

Più informazioni su

LA SPEZIA – Ieri, giovedì 20 novembre, si è svolto in Comune un incontro sul TPL tra i segretari di FILT-CGIL, FIT -CISL, UILTRASPORTI, FAISA e COBAS, l'assessore regionale Vesco, il Presidente della Provincia Federici, l'assessore comunale Natale e dell’AD di ATC esercizio Goretta.

Fabio Quaretti, segretario provinciale FILT CGIL, interviene a commento: “Finalmente, dopo molte insistenze, siamo riusciti a mettere insieme con un unico tavolo tutti i soggetti che a vario titolo giocano un ruolo nella partita del Trasporto Pubblico Locale. Se non altro, è stata l'occasione per mettere a sistema informazioni che fino ad oggi erano frammentarie e spesso contraddittorie. Data la condizione ancora precaria della Provincia, la quale deve corrispondere per il servizio una quota pari a 396000 euro, abbiamo fin da subito posto la questione delle risorse per l'anno 2015. Non disponendo ancora di dati precisi, l'impegno preso dal Presidente della Provincia è stato quello di tenerci costantemente aggiornati rispetto alle evoluzioni che ci saranno nei prossimi giorni, alla luce di quanto emergerà dai tagli previsti nella legge di stabilità. Dal canto suo, il comune capoluogo ha confermato la disponibilità a corrispondere una quota come già ha fatto l'anno scorso, diversamente dalla stragrande maggioranza dei comuni, che dovrebbero essere chiamati in un apposito incontro promosso dalla Provincia.”

Continua Quaretti: “L'Azienda, pur lamentando la sofferenza dovuta principalmente al rischio di non percepire per intero la quota prevista nell'accordo di programma e i ritardi nella corresponsione dei conferimenti da parte degli enti, ha escluso ripercussioni sul personale, uno scenario che ci avrebbe visto promuovere azioni di lotta. Non dovremo quindi affrontare una discussione sugli esuberi, né mettere mano all'accordo integrativo, come invece è successo in altre realtà liguri. Abbiamo quindi chiesto un impegno anche per quello che riguarda i lavoratori dei sub-affidamenti e per il mantenimento dei servizi extra-TPL, quali scolastici, navette etc.”

Conclude il segretario FILT CGIL: “Sono troppe le variabili ancora indeterminate per poter ritenere che la situazione sia risolta: su tutto incombe la politica del governo, sempre tesa a tagliare le risorse disponibili per i servizi pubblici. Le prospettive non sono senz'altro rosee ed alla luce di questo aspetto assumono particolare rilevanza gli sviluppi relativi alla legge regionale. L'Assessore Vesco ritiene che per marzo il bando sarà pronto e che per il 2016 avremo un bacino unico sul quale opererà un unico operatore. E qui c'è il vero elemento di novità: la proprietà di ATC (rappresentata da Federici) ha dichiarato di voler partecipare alla gara, cercando di promuovere un'aggregazione con altri operatori, a partire da quelli presenti sul territorio Ligure. Abbiamo chiesto di essere aggiornati puntualmente rispetto a questo percorso, perché riteniamo importante che gli Enti non rinuncino a giocare un ruolo nell'erogazione del servizio di Trasporto Pubblico.”

Più informazioni su