laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’università sale a Casarecchio

Più informazioni su

Nella seicentesca cappella dove Mangia Trekking accese i riflettori

LA SPEZIA – L’università degli studi di Genova, ha percorso il sentiero “carlascià” dell’antico borgo di Mangia nel Comune di Sesta Godano, e con cinque universitarie liguri e lombarde del dipartimento di scienze dell’architettura, è giunta nel bosco di  Casarecchio.
Giulia  Altomonte, Glenda Carrozza, Isabella De Giorgi, Linda Corso e Martina Delucchi, le giovani studentesse che sono  iscritte al quarto anno, e  frequentano il corso di “laboratorio del restauro”,  hanno infatti scelto quale progetto da sviluppare per il loro esame, il restauro della seicentesca cappella consacrata alla Madonna della Neve, situata nel bosco di Casarecchio tra i paesi di Mangia e Cornice nell’alta Val di Vara.


Esprime quindi soddisfazione l’associazione Mangia Trekking che da anni porta all’attenzione lo stato di abbandono in cui la stessa Cappella versa. Infatti l’associazione,  nel tempo organizzò, prima un censimento in loco a cura del Prof. Piero Donati, fino ai primi anni 2000 (duemila), dirigente dell’istituto regionale di tutela del patrimonio artistico, e poi effettuò, con l’opera dei suoi volontari, alcuni importanti lavori di ripristino e di conservazione, i quali hanno consentito  che dopo 54 anni, dall’agosto del 2005 vi si  tornasse a dir Messa.

Ed auspicando che possa trovare attuazione, l’associazione Mangia Trekking oggi promuove  il progetto delle entusiaste  studentesse, che nei fine settimana trascorrono tante ore a Casarecchio, per elaborare un piano di lavoro teso al  recupero, di un patrimonio artistico della Val di Vara, ricco di storia e dai rilevanti contenuti religiosi.
Dove il team dell’alpinismo lento, da tempo  va evidenziando la necessità di un intervento molto qualificato, soprattutto per riparare il tetto, e salvare un affresco del primo novecento raffigurante la Madonna del Carmelo, e dove lo studio-lavoro  delle cinque universitarie potrebbe rappresentare una bella motivazione, capace di generare preziose azioni concrete.

Più informazioni su