laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Virtus perde senza rimpianti contro Venezia

Più informazioni su

Virtus Carispezia Termo – Umana Venezia 57-72
Parziali (12-20, 30-31, 41-49)

Virtus Carispezia Termo: Canova 2, Donati ne, Reke 17, Puliti 2, Griffits 8, Tava, Sant 10, Perini 7, Mugliarisi 11, Morselli ne. Coach: Claudio Vignati.

Umana Venezia: Melchiori 3, Carangelo 9, Bagnara 8, Sandri 8, Dotto 5, Formica, Ruzickova 6, Mc Callum 24, Maniache 9, Penna. Coach: Andrea Liberalotto.

Arbitri: Roberto Radaelli, Jacopo Pazzaglia, Umberto Tallon.

LA SPEZIA – Ancora un’altra sconfitta per le spezzine, che consegnano la vittoria all’Umana Venezia, una squadra senz’altro superiore alla Virtus Carispezia Termo. La Spezia rimane così bloccata a quota due punti, chiudendo la classifica insieme soltanto alla Triestina, che oggi perde contro Napoli. Vigarano si sgancia e sale invece a quota quattro, dopo il successo in questa nona giornata di campionato in trasferta contro Orvieto.
Ma dopo otto ko consecutivi, questo è quello che forse fa un po’ meno male rispetto agli altri. Nonostante il punteggio finale di 57 a 72, si sono infatti visti segnali positivi di ripresa e dopo una settimana turbolenta la reazione della squadra c’è stata, anche se solamente per una parte di gara. Se si vuole vincere, bisogna però restare in partita e giocare per quaranta minuti, mentre il calo nell’ultima frazione ha ancora una volta punito fortemente le biancocelesti.
Il primo quarto si chiude sul 12 a 20, ma nella seconda frazione la Virtus riesce a recuperare e a trovare anche il temporaneo vantaggio sulle ospiti. Estremamente positive le prestazioni di Reke e Mugliarisi, mentre è una giornata no per Griffits, che non riesce a fornire il proprio contributo, che avrebbe potuto davvero fare la differenza. Purtroppo, dopo la pausa lunga, al ritorno dagli spogliatoi, si inizia a percepire un calo fisico che va peggiorando sul finale. Nell’ultima frazione infatti le spezzine faticano a rientrare in campo e crollano disastrosamente. Venezia ne approfitta e punisce ripetutamente la Virtus, specialmente con una Mc Callum scatenata.
Luci e ombre sulla Virtus, che conduce una buona prova per almeno venti minuti, ma che deve assolutamente dimenticare l’ultima frazione, dove né l’attacco né la difesa sembrano essere riusciti a reggere il ritmo.
Prossimo impegno, domenica 30 novembre al Pala Tagliate di Lucca, dove La Spezia incontrerà l’ostico avversario Gesam Gas Lucca, una prova tutt’altro che semplice.

Più informazioni su