laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Progetto Globetrotter: due workshop rivolti al trade nelle città di Stoccarda e Monaco di Baviera

Più informazioni su

LA SPEZIA – Il Sistema turistico locale del Golfo dei poeti, Val di Magra e Val di Vara, in collaborazione con l'Agenzia regionale di promozione turistica “In Liguria”, gli Atl del basso Piemonte e il sostegno della Camera di commercio della Spezia, organizza due workshop rivolti al trade nelle città di Stoccarda e Monaco di Baviera, nell’ambito del progetto Globetrotter. L'iniziativa, preceduta da altre attività rivolte anche al mercato scandinavo, nasce dalla costatazione del crescente interesse che i paesi di lingua tedesca hanno nei confronti della Liguria, sia per le opportunità turistiche collegate alle attività all’aria aperta (trekking, biking, vela, diving, canoa…) che per le proposte enogastronomiche tipiche locali.

“Per questa iniziativa – spiega il presidente del Stl, Damiano Pinelli – abbiamo unito il progetto Globetrotter, fatto di iniziative rivolte ai turisti attivi e ai camminatori e nato per Germania, ma poi esteso ai Paesi scandinavi e agli Stati uniti, e il progetto Dieta mediterranea della Camera di commercio. Così possiamo unire l'offerta dei nostri sentieri da percorrere a piedi o in bicicletta e quella della gastronomia locale”.

Quanto sia importante la due giorni tra Stoccarda e Monaco è presto detto: basta osservare i numeri dei flussi turistici degli ultimi anni. “Il mercato italiano – prosegue Pinelli – è in forte contrazione: sono state perse 300mila presenze di italiani dal 2009 ad oggi, mentre gli stranieri sono cresciuti di 400mila unità. Nello specifico i mercati esteri più presenti nella nostra provincia sono, nell'ordine, Usa, Francia e Germania, nel settore alberghiero. I tedeschi, popolo che ama particolarmente il trekking, sono invece i più presenti in b&b e affittacamere. Come accade da anni a questa parte andremo a promuovere i nostri prodotti presso il tour operator, i soggetti del mercato che poi si occupano della commercializzazione dei viaggi al turistia. È un Lavoro poco appariscente, ma indispensabile”.

A dimostrazione dell'utilità di questo genere di rapporti Pinelli cita altri dati, quelli relativi allo sviluppo dei numeri relativi ai mercati di provenienza sui quali si è maggiormente concentrata l'attività di promozione negli ultimi anni: Usa, Svezia e Germania. “Nel 2013 abbiamo assistito ad una crescita in generale di 10 punti percentuali, grazie all'incremento del 20 per cento dei turisti stranieri, ma su questi mercati abbiamo registrato aumenti pari al 50 per cento per la  Germania e del 36 per cento per la Svezia. E considerando i dati sulla spesa media dei turisti elaborati dalla Banca d'Italia possiamo stimare che a seguito di 200mila euro investiti in promozione, la ricaduta economica sul territorio è aumentata di 41 milioni di euro”, conclude il presidente del Sistema turistico locale.

A Stoccarda e Monaco gli operatori spezzini, liguri e del basso Piemonte incontreranno una settantina di tour operator tedeschi e una decina di giornalisti di riviste specializzate nel settore. E al contrario di quanto accadeva sino a qualche tempo fa, a partire alla volta della Germania sono saranno soltanto quelli più grandi: anche i produttori e le strutture ricettive di piccole dimensioni hanno compreso l'importanza di sedersi al tavolo con le agenzie, pronte a riservare camere e prodotti.
 
Nel corso degli incontri previsti in Germania, a dimostrazione dell'intenzione dare più vigore all'offerta turistica per gli amanti delle due ruote, verrà presentato un filmato sulla sentieristica spezzina percorribile in mountain bike, realizzato dalla guida Andrea Segreti.
“Dal punto di vista strategico – afferma Francesca Montaldo, responsabile marketing dell'Agenzia regionale “In Liguria” – puntiamo molto sul turismo outdoor, soprattutto per quel che concerne il mercato tedesco, dove ci sono 40 milioni di camminatori su una popolazione di 83 milioni di abitanti. Soprattutto per la Baviera siamo una meta comoda e rinomata, e anche per questo come Regione abbiamo certificato per i settori biking e hiking 44 hotel che offrono servizi specifici per questa tipologia di pubblico che ha esigenze particolari”.
 
“I margini di crescita – aggiunge Giuseppe Menchelli, portavoce provinciale di Rete imprese Italia, riferendosi alla qualità dei servizi offerti dalle imprese turistiche spezzine – sono ampi, ma non dimentichiamo i passi in avanti che sono stati fatti negli anni anche grazie al Parco delle Cinque Terre. Non dimentichiamo che in provincia ci sono mille strutture extralberghiere, quando dieci anni fa erano poche decine. Però bisogna porre temi nuovi, perché la politica fa fatica a parlare con un mondo così frammentato. Pinelli ha dimostrato, sottotraccia e senza proclami, di aver fatto un lavoro encomiabile. Da tempo diciamo che il problema più importante è trovare un unico interlocutore per il settore: è difficile capire chi è titolare delle diverse competenze tra ex Provincia, Stl e Comuni. Il coordinamento deve andare alla Camera di commercio, insieme al Stl”.
E una risposta, in quest senso, potrà giungere con la nascita del Distretto turistico, realtà sperimentale e prima in Liguria, nel quale rientrino i due Sistemi turistici (Stl Golfo dei Poeti, Val di Magra e Val di Vara e Stl Cinque Terre) e la Camera di commercio.
 
“Anche i dati sui flussi relativi al 2014 – conclude il segretario generale dell'ente camerale, Stefano Senese – evidenziano un andamento positivo per la provincia spezzina, in controtendenza con la gran parte dei territori italiani. Ma dobbiamo pensare che esistono diversi titpi di turismo: ad esempio manca qualche grande albergo di categoria sul mare, per incrementare la presenza di quella determinata fetta di clientela, capace di portare valore aggiunto. I dati sulle strutture di questo tipo presenti sul territorio sono più che confortanti. Ma per portare i turisti qua bisogna andare a prenderli, come faremo a Stoccarda e Monaco, non basta avere il mare. E per farlo bisogna lavorare tutti insieme, magari con una realtà unitaria”.

Programma degli eventi
Ore 17.30 Invito ospiti ed aperitivo di benvenuto
Seguono incontri B2B con i sellers della Regione Liguria/Piemonte.
Ore 19.30 Invito ospiti della stampa e presentazione in lingua tedesca.
Al termine della presentazione, lotteria con estrazione premi (1° premio soggiorno, 2° premio prodotti enogastronomici locali)
Segue cena a buffet con punti d’appoggio per tutti gli ospiti.
 
Temi workshop: Turismo attivo, con particolare riguardo all’outdoor (bici, trekking, escursionismo) e turismo enogastronomico.
Aree proposte: Liguria e Sud Piemonte.
Buyer Stoccarda: circa 30 con presenza prevalente di bus operator, tour organizer e associazioni generaliste.
Buyer Monaco: circa 30 con presenza di associazioni/federazioni sportive e outdoor, qualche associazione enogastronomica e tour operator, bus operator, tour organizer e organizzatori incentive.
Location:  Stoccarda – Hotel Le Meridien  – Categoria 5 stelle; Monaco – Novotel München City – Categoria 4 stelle

Gli operatori che voleranno in Germania
Gli operatori turistici liguri che hanno aderito a seguito dell’invito inviato da parte del Sistema Turistico e dell’Agenzia turistica regionale sono:
 
– Tour Operator Arbaspàa *
– Tour Operator Mamberto Viaggi *
– Hotel Antica Locanda Luigina *
– Hotel del Golfo *
– Hotel Residance e Resort Ai Pozzi Village
– Agriturismo Cascina dei Peri *
– Consorzio Welcome La Spezia *
– Consorzio Contea del Levante *
– Consorzio Occhio Blu *
 
 
Grazie alla collaborazione della Camera di commercio è stato inoltre possibile far partecipare agli eventi una significativa rappresentanza dell’enogastronomia ligure, che animerà le serate con degustazioni e presentazioni delle tipicità locali.
Questi sono:
 
– Enoteca Regionale della Liguria *
– Lucchi e Guastalli *
– Azienda Agricola Peri Marcoli *
– Azienda Agricola Il Monticello *
– Pasticceria Gemmi *
 
 
* OPERATORI E PRODUTTORI DELLA PROVINCIA SPEZZINA

Più informazioni su